Bambini con malattie polmonari: attenti al fumo passivo

11 marzo 2015
News

Bambini con malattie polmonari: attenti al fumo passivo



bambina fumo passivo


L'analisi del capello rappresenta un'utile strumento per rivelare l'esposizione al fumo passivo nei più piccoli. Lo hanno dimostrato i ricercatori d'oltre oceano guidati da Sharon McGrath-Morrow, pneumologa e professore di pediatria al Johns hopkins children's center di Baltimora. In uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Pediatrics, McGrath-Morrowe colleghi hanno infatti analizzato il livello di nicotina presente nei capelli di 117 bambini con meno di 3 anni visitati presso il loro centro per displasia broncopolmonare.

«La displasia broncopolmonare è una malattia dei polmoni che si verifica spesso nei bambini nati prematuri ed è noto che l'esposizione al fumo può essere pericolosa per la salute di questi piccoli pazienti» afferma l'autrice che, nel corso delle visite mediche dei bimbi, ha chiesto ai genitori informazioni relative alle abitudini al fumo in casa e alla conseguente esposizione dei piccoli al tabacco.

«Abbiamo osservato che il livello di nicotina era più elevato nei capelli dei bimbi che vivevano in casa con fumatori rispetto a quelli con genitori che avevano dichiarato di non fumare in casa: 8,2 ng/mg rispetto a 1,8 ng/mg» precisa McGrath-Morrow. Questi dati sorprendono fino a un certo punto, mentre fa riflettere il fatto che in alcuni casi (un bambino su 5) i figli di genitori che dichiaravano di essere non fumatori, avevano livelli di nicotina nei capelli simili a quelli dei bambini che vivevano in case di adulti con il vizio del fumo.

«Ciò può significare che i genitori non hanno risposto in modo accurato alle domande che sono state loro poste, ma potrebbe anche indicare che i bimbi sono esposti al fumo passivo in altri contesti, fuori dalle mura domestiche» dice l'esperta, ricordando che spesso i bambini vivono in palazzi o in contesti abitativi dove il fumo è permesso. Resta da sottolineare che gli effetti negativi dell'esposizione al tabacco sono maggiori nei bimbi che necessitano di ossigeno o di ventilazione meccanica per respirare.
«È possibile modificare l'esposizione al tabacco e al fumo passivo e se riusciamo ad evitare che questi bambini già particolarmente fragili vengano in contatto con il fumo, potremmo garantire loro una salute migliore» conclude l'autrice.


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde