Sportivi più in forma con il caffé

06 novembre 2009
News

Sportivi più in forma con il caffé



Durante il XIII Corso nazionale Adi tenutosi di recente a Roma gli esperti hanno evidenziato i molteplici benefici della bevanda in particolare in relazione alle performance atletiche. La principale conclusione cui sono giunti, è che il caffé inserito nel regime alimentare degli sportivi, in quantità moderata (300 mg di caffeina al giorno), oltre a essere un utile complemento al miglioramento della prestazione fisica può avere anche effetti salutistici generali, poiché contiene buone quantità di diverse sostanze antiossidanti, che proteggono l'organismo dagli "insulti" dell'ambiente. «I benefici sull'attività sportiva determinati da caffé, tè e cioccolata, dipendono in primo luogo dal loro, sia pur differente, contenuto di tre sostanze: caffeina, teofillina e teobromina e la caffeina, in particolare, occupa una posizione prevalente rispetto alle altre, sia per il maggiore consumo delle bevande che la contengono, soprattutto il caffé, sia per i suoi maggiori esiti favorevoli sulla prestazione sportiva» ha dichiarato Michelangelo Giampietro, docente di Alimentazione della Scuola dello Sport del Coni di Roma. «Gli effetti fisiologici e farmacologici della caffeina sono molteplici, non solo l'azione di stimolazione cerebrale in grado di migliorare le capacità di concentrazione, ma anche la riduzione della sensazione soggettiva di fatica e, quindi, il miglioramento dell'efficienza fisica. Infine, la caffeina sembra aumentare la velocità e la potenza in condizioni di corsa simulata» ha continuato Giampietro. (L.A.)


Comunicato stampa Adi


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde