Le apnee che non fanno dormire

30 giugno 2010
News

Le apnee che non fanno dormire



Le apnee notturne sono un fenomeno che interessa ben due milioni di italiani ma che troppo spesso viene sottovalutato. È questo l'allarme che lanciano gli esperti riuniti a Fiuggi per il simposio "Sindrome delle apnee ostruttive del sonno". E non si tratta soltanto di un fastidio che può portare a russamento, ma di un vero e proprio campanello d'allarme che potrebbe avere conseguenze ben più gravi per la salute, anche perché soltanto il 5% dei soggetti affetti da questo disturbo si rivolge a centri specialistici. «Le apnee notturne provocano una progressiva diminuzione di ossigeno nel sangue, a cui si accompagna un aumento di anidride carbonica», sostiene Francesco Peverini, esperto di medicina del sonno e organizzatore del congresso di Fiuggi. «Questo può innescare, in soggetti predisposti, problemi cardiocircolatori e broncopolmonari». Che cosa dovrebbe fare allora un soggetto che trascorre buona parte della notte russando? «Sottoporsi a una semplice polisonnografia è il modo migliore per valutare la qualità del sonno e rilevare la presenza di apnee notturne» spiega Peverini. «È particolarmente indicata nei soggetti obesi, i più esposti a questi disturbi notturni». Disturbi che possono anche avere risvolti drammatici: il 20% degli incidenti stradali è dovuto a colpi di sonno al volante, causati spesso da un riposo notturno di scarsa qualità.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Sentire poco, vivere male
Orecchie naso e gola
03 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sentire poco, vivere male
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni
Orecchie naso e gola
14 novembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Perdita dell’udito, ecco le conseguenze sulla vita di tutti i giorni
L'esperto risponde