01/06/06  - Papilla ipertrofica - Malattie infettive
L'esperto risponde

Papilla ipertrofica




Domanda del 01 giugno 2006
Dottore, dopo una vistica anoscopica mi è stata diagnosticata una papilla ipertrofica. la cura: fumenti caldi. dopo due giorni di quasi totale assebza di fastidio, torno ad avere il dolore, piuttsto fastidioso, che addirittura si manifesta pur avendo evitato l'evacuazione. è necessaria a questo stato di cose l'intervento chirurgico o esistono altre tecniche che seppur lentamente mi possano guarire? grazie
Risposta del 04 giugno 2006
Caro utente le papille anali ipertrofiche sono il risultato di altre patologie del canale anale.In loro presenza bisogna escludere ragadi.prolasso emorroidario ,proctite che potrebbero essere responsabili dei suoi disturbi.In assenza di altra patologia ,se la papilla si congestiona ripetutamente,bisogna asportarla.L'asportazione può essere eseguita in anestesia locale.Saluti Dott.Giuseppe D'Oriano

Dott. Giuseppe D'Oriano
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
NAPOLI (NA)

Risposta del 04 giugno 2006
la crionecrosi è indicata come un valido metodo chirurgico, si rivolga ad uno specialista cordialità

Dott. Paolo Bruschelli
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Anestesia e rianimazione
Specialista in Chirurgia generale
CIVITANOVA MARCHE (MC)

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Altre domande di Malattie infettive


Tag:

Potrebbe interessarti