L'esperto risponde

Domanda di: Infezioni

01/07/2004 16:37:47

POLSO CAROTIDEO

MILANO,1 /7/04

EGREGIO DOTTORE,
VIVO CON MIA MAMMA CHE E'ANZIANA.
RECENTEMENTE HO FREQUENTATO UN CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER FRONTEGGIARE EVENTUALI
SITUAZIONI DI EMERGENZA INERENTI MIA MADRE.
FACENDO DELLE RICERCHE TRAMITE INTERNET,HO
TROVATO ALCUNI DOCUMENTI CHE METTEVANO IN
EVIDENZA LA DIFFICOLTA' DI UN CORRETTO CONTROLLO DEL POLSO CAROTIDEO SE ESEGUITO DA
PERSONE NON ESPERTE.
PRECISO CHE NON SONO UN SOCCORRITORE VOLONTARIO QUINDI NON HO LA POSSIBILITA'DI ESERCITARMI CON REGOLARITA' PER IL CONTROLLO
DEL POLSO CAROTIDEO.
NELL'IPOTESI CHE MIA MADRE VENGA COLPITA DA UN
MALORE SAREI IO LA PERSONA CHE DOVREBBE VALUTARE IL POLSO CAROTIDEO ED EVENTUALMENTE
PRATICARE IL MASSAGGIO CARDIACO.
SE IL CONTROLLO DEL POLSO CAROTIDEO RISULTA
NULLO E' CORRETTO,PRIMA DI EFFETTUARE IL MASSAGGIO CARDIACO PER ESSERE REALMENTE SICURI CHE IL POLSO CAROTIDEO E'ASSENTE CONTROLLARE I SEGUENTI FATTI CHE ORA LE ELENCO?

SEGNALI DI VITA: Tosse ,MOVIMENTO DEGLI ARTI
E SPECIALMENTE IL RESPIRO

IN MODO PARTICOLARE ASSUMENDO LA POSIZIONE
GAS POSSO:

GUARDARE SE ADDOME E TORACE SI MUOVONO
ASCOLTARE IL SUONO PRODOTTO DALL'ARIA NELLA
BOCCA E NEL NASO DEL PAZIENTE
SENTIRE SULLA MIA PELLE IL SOFFIO DELL'ARIA ESPIRATA ATTRAVERSO IL NASO E LA BOCCA DEL PAZIENTE

E QUINDI LA PERSONA NON RESPIRA QUANDO:

TORACE E ADDOME SONO IMMOBILI
NON PRODUCE ALCUN RUMORE RESPIRATORIO
NON PERCEPISCO SULLA MIA GUANCIA FUORIUSCITA
DI ARIA DAL NASO O BOCCA.

QUINDI PER RIASSUMERE:

IL POLSO CAROTIDEO E' ASSENTE
PRIMA DI INIZIARE IL MASSAGGIO CARDIACO CONTROLLO LA RESPIRAZIONE COME SOPRA DESCRITTO COME ULTERIORE SICUREZZA CHE IL POLSO CAROTIDEO E' ASSENTE.

PER CUI ARRIVATI A QUESTO PUNTO:

1 HO VERIFICATO CHE IL POLSO CAROTIDEO E' ASSENTE

2 HO VERIFICATO CHE LA RESPIRAZIONE E' ASSENTE

3 POSSO INIZIARE IL MASSAGGIO CARDIACO?

GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONE

GIOVANNI


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:

Risposta del04/07/2004

Gentile sig. Giovanni
piccolo consiglio pratico: per prima cosa chiami i soccorsi e solo in seguito si appresti a darli , eventualmente, a sua madre. Per verificare la presenza di respirazione può tornare utile anche uno specchietto posto davanti alla bocca della persona priva di sensi; se c'è respirazione si vedrà la condensa del fiato

Dott.ssa Antonina Cardia
Medicina Territoriale
LIMBIATE (MI)



Altre risposte di Infezioni


© RIPRODUZIONE RISERVATA