L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

28/11/2005 12:10:46

Risposta dott. cantamessa

Gentile dottore
sono la ragazza del dolore al cuore.
Anch'io avevo chiesto alla mia dottoressa se potevo star tranquilla solo con quelle analisi al cuore ma mi ha risposto che quelle che mi avevano fatto erano sufficienti per farle capire che non avevo niente dopo aver letto il responso del cardiologo e non vuole prescrivermi altri esami.
Per questo le chiedo se posso stare tranquilla e se devo considerarla solo Ansia ?

---------------------------------------------------------------------------




Sono una ragazza di 26 anni.
Tre mesi fa improvvisamente ho iniziato ad avvertire un dolore al petto (come qualcosa che punge o stringe ) nella zona del cuore e al braccio sinistro.
Questo si presentava quasi ogni giorno e anche di notte, camminando, quando andavo in alta quota e ora con il freddo o dopo una camminata veloce.
In quel periodo oltre a sentire questo dolore, avvertivo improvvisamente una sensazione di tuffo al cuore, come se all'improvviso gli mancasse un colpo per poi riprendere a battere velocemente, avevo come il gozzo alla gola e mi mancava il respiro.
Ho fatto l'elettrocardiogramma, la visita cardiologica e le analisi del sangue specifiche per il cuore ed è risultato tutto normale.
Posso stare tranquilla? Ogni tanto il dolre mi ricompare..
Potrebbe essere un problema alla tiroide o devo ricondurre tutto ciò all' Ansia ?
grazie, distinti saluti


Risposte:

Risposta del 27/11/2005

Sicuramente tra le analisi andavano eseguiti anche TSH, FT3 e FT4.
L' Ansia può scatenare sintomi come quelli che Lei ha descritto che, anche se dagli esami effettuati non risulta nulla, non sono da sottovalutare, soprattutto se dovessero ripresentarsi frequentemente.
Faccia esercizi fisici e di rilassamento psichico per superare lo stato ansioso.
Cordiali saluti.

Dott. Guido Cantamessa
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del02/12/2005

Se i disturbi si ripresentano frequentemente, occorre completare le indagini diagnostiche aggiungendo almeno TSH, FT3 e FT4. Se effettuando tecniche di rilassamento o, comunque, quando si trova in uno stato di maggiore serenità e tranquillità, tutto sparisce per parecchio tempo, allora stia tranquilla.
Cordialità.

Dott. Guido Cantamessa
Specialista attività privata
Specialista in Anestesia e rianimazione


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra