L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

26/11/2006 14:53:14

Al gentile dott. Grasso

Gentile dott.Grasso,so che questa e' una domanda da considerarsi di pertinenza ginecologica,ma la mia stima per lei mi porta a pensare che sapra' darmi una risposta anche se nn e' ginecologo.Ho 36 anni e ho una figlia di 13 avuta dopo una gravidanza a termine con gestosi ipertensiva(ultime 3 settimane di gravidanza) e un bambino di 23 mesi anche lui nato a termine con gestosi ipertensiva sempre nell'ultimo mese di gravidanza.Entrambi i miei figli sono nati con parto cesareo entrambi con un bel peso la bambina kg 3.950 e il bambino kg 4.140 (questo mi fa pensare che forse nn era proprio una gran gestosi).La domanda e' questa: se volessi un 'altro figlio prima di essere troppo matura per farlo,devo per forza rassegnarmi ad avere ancora questa ipertensione,visto che e' stata presente nelle altre due gravidanze?o magari perdendo un bel po' di kg con la dieta posso pensare di evitarla? la ringrazio anticipatamente se vorra' darmi una risposta.Cordialita'.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del29/11/2006

Cara signora, mi spiace non essere ginecologo, perchè il mio parere non può essere, quindi, autorevole. Però ho voluto documentarmi in qualche modo, per darglielo ugualmente. Lei ha avuto sicuramente la preeclampsia, che si differenzia dalla eclampsia perchè in questa, oltre al resto, si verificano convulsioni e coma. In una bassa percentuale di casi si verifica anche la morte della donna. Lei dice che, dato il buon peso dei suoi figli alla nascita, le gestosi da lei sofferte non sarebbero state gravi; è probabile, ma bisogna tener conto anche di quelle che sono state le manifestazioni della malattia in lei. Infine, poichè non si conoscono le cause e le condizioni predisponenti di questa complicazione della gravidanza, la sua speranza di evitarla dimagrendo non può essere avallata dalle cognizioni scientifiche attuali.
Spiacente di non poter sostenere il suo ottimismo, spero comunque di aver fatto cosa utile e la saluto cordialmente.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra