Tumore del fegato

29 agosto 2017

Tumore del fegato



Indice scheda

  • Definizione
  • Cause
  • Sintomi
  • Diagnosi
  • Cure
  • Cure alternative
  • Alimentazione

Definizione


Tumore maligno che interessa il fegato, sia per origine dalle stesse cellule epatiche (tumore primario) e sia colonizzando l'organo a seguito di tumori che si sviluppano in altre zone dell'organismo (tumore secondario o metastatico). Il fegato è il più grande organo del corpo ed è fondamentale per il mantenimento di uno stato di buona salute: rimuove le sostanze di scarto dal sangue e produce la bile e molti enzimi necessari alla digestione.

Cause


Alcuni fattori possono favorire lo sviluppo di un carcinoma epatico: l'epatite cronica (epatite Be epatite C), la cirrosi epatica, l'alcolismo cronico, alcuni contaminanti cancerogeni degli alimenti (aflatossine), l'età, il sesso maschile e la familiarità.

Sintomi


In fase iniziale la malattia è spesso asintomatica. Successivamente possono comparire astenia, dolore nelle parte superiore dell'addome, perdita di peso e di appetito, nausea, vomito e febbre. Quando l'albero biliare e le strutture vascolari vengono interessate direttamente dal processo tumorale possono insorgere i sintomi dell'insufficienza epatica, caratterizzati da ittero, colorito scure delle urine, turbe della coagulazione (i fattori necessari alla coagulazione sono prodotti dal fegato) e ipertensione portale.

Diagnosi


La diagnosi si basa sull'esame obbiettivo, su esami del sangue (dosaggio dell'alfa1-feto proteina, sostanza aumentata in caso di tumore epatico, e test di funzionalità epatica) e su indagini strumentali (ecografia addominale, TAC, risonanza magnetica nucleare). L'esame istologico del tumore e la diagnosi definitiva possono essere eseguiti tramite l'esecuzione di una biopsia, attraverso la parete dell'addome o in laparoscopia. In alcuni casi è utile l'angiografia epatica.

Cure


L'unico intervento risolutivo è l'asportazione chirurgica del tumore o dell'intero organo (con conseguente trapianto di fegato). Quando ciò non è possibile, si ricorre a varie tecniche di distruzione del tumore (termoablazione, criochirurgia, iniezione di chemioterapici nell'arteria epatica, radioterapia miniaturizzata) o a chemio- e radio-terapia sistemica.

Cure alternative


Non sono proponibili cure alternative per questa patologia.

Alimentazione


Un elevato consumo di latte e yogurt, e in misura minore anche di frutta e carne bianca, sembra ridurre il rischio di tumore del fegato. Durante la chemioterapia, invece, è importante consumare una adeguata quantità di proteine e bere molti liquidi, per aiutare a eliminare le tossine dall'organismo e mantenere un'adeguata idratazione.


Vedi le patologie di:


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde