L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

24/01/2006 18:36:33

Ernia iatale ad intermittenza?

Salve, nel 2002 con disturbi di tipo esofagite e gastrite durante una gastroscopia mi e'stata diagnosticata:
ESOFAGO: una presenza di ernia jatale mobile con cardias continente
STOMACO: conferma con retroversione sul fondo dello scampanamento cardiale (ernia)...
Da quell'anno continuo a prendere PARIET ogni mattina...

Nel 2006, ieri per l'esattezza, dopo il persistere di disturbi gastrici ho rifatto la gastroscopia. Un altro medico oltre a ritrovarmi esofagite e gastrite, mi ha detto che il cardias e' incontinente e che non c'e' ernia iatale. Ha detto che i disturbi saranno quindi dovuti a difficolta' di svuotamento gastrico, cosa che effettivamente sento spesso come difficolta' di digerire.

Il mio medico curante mi ha detto che l'ernia la possono trovare o non trovare anche quando c'e', dipende da come e' messo lo stomaco e l'esofago al momento dell'esame, quindi secondo lui c'e' ancora, anche perche' pur prendendo PARIET lo stomaco e l'esofago sono infiammati.

E' cosi'? Oppure e' come ha detto lo specialista che mi ha fatto la gastroscopia ieri: "non c'e' ernia iatale, quindi le cause probabilmente sono sullo svuotamento gastrico"?

Il cardias poi nel giro di 4 anni puo' diventare da incontinente a continente?

Aspetto una sua cortesissima risposta al piu' presto!
La ringrazio da subito...

PS: Per lo svuotamento gastrico dovrei fare altri esamio procedere ad una dieta?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del27/01/2006

Se e' stata diagnosticata la presenza di un' Ernia iatale nel corso di una gastroscopia, significa che l'ernia esiste, anche se in esami successivi non viene vista. Da sola non sparisce. Ma il problema non e' la presenza o meno di un'ernia: e' il reflusso che va curato come gia' sta facendo. Le consiglio di proseguire la terapia in corso, a cui puo' aggiungere 1 compr. di Peridon da assumere circa 20-30 minuti prima dei due pasti principali per favorire lo svuotamento gastrico.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra