L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

12/01/2016 20:19:29

Intestino irritabile

Buongiorno ho 47 anni

Da giugno 2014 ho avuto un cambiamento nelle abitudini intestinali: irregolarità nel andare al bagno, feci irregolari, flatulenze, fastidi parte bassa della pancia, sensazione dopo aver fatto le feci di dover fare ancora, sensazione di dover andare al bagno nell'arco della giornata.

Ho fatto l'esame occulto delle feci, l'esame per la Celiachia, esami del sangue generali risultando tutto apposto.

Da circa un anno il mio medico di base mi ha detto che dai sintomi descritti si trattava di sintomi dell'intestino irritabile mi ha prescritto

Valpinax tre volte al giorno, integratore alimentare di fermenti lattici colnar, di recente sostituiti dal teret.

La situazione è migliorata ma continuo ad avere questi fastidiosi doloretti sulla parte bassa della pancia con spesso flatuenza mi dà fastidio perché non riesco a capire se sto bene o se c'è qualcosa che non va.

ad esempio due giorni fa dopo essere andato in bagno in modo normale mi si è gonfiata la pancia e mi sono venuti dolori intestinali nella parte bassa centrale e ombelicale passati in parte dopo avermi coricato per una mezzora

Volevo chiedere una vostra opinione sulla terapia indicata e se dai esami fatti si possono escludere altre patologie o se devo fare altri controlli

Il mio medico ha esluso la colonscopia visto l'esame occulto delle feci fatto in aprile è risultato negativo eventualmente da ripetere in seguito

Grazie





Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del14/01/2016

Concordo con il suo medico sulla diagnosi di intestino irritabile e sulla terapia, a cui aggiungerei qualche prodotto non farmacologico, soprattutto a base di simeticone, per ridurre le fermentazioni. Non sono tanto d' accordo sul non eseguire una colonscopia, che oggi, a scopo preventivo, consigliamo a tutti ,almeno una volta nella vita, più o meno alla sua età.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Clicca qui per iscriverti alla newsletter

Invia una mail alla redazione


Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960