L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

02/04/2008 18:56:06

Linfonodo ascellare

Buongiorno, ho 21 anni, e circa un anno fa ho sentito per la prima volta un presunto linfonodo nel cavo ascellare dx. in agosto ho eseguito un'ecografia, da cui sono risultati alcuni linfonodi reattivi di dimensioni piuttosto modeste. ho fatto gli esami del sangue che sono risultati nella norma. non ancora convinta, a ottobre ho eseguito un'altra ecografia, anche al seno, e anche questa volta non è stato rilevato nulla. mi sono fatta visitare da diversi medici ma nessuno mi ha dato una spiegazione di questo ingrossamento, sono stata liquidata con "non è niente". ora il linfonodo (io lo chiamo così ma non sono sicura che sia quello, anchè perchè secondo la consistenza è diversa dagli altri linfonodi) è aumentato di volume e a volte sento la zona indolensita. c'è da dire che ho provato a farlo sentire a mia madre ma non lo sente nemmeno, non è visibile nè niente, ma io non sono impazzita, lo sento bene, è piuttosto duro e ultimamente si sente di più di una volta.cosa può essere? io sono molto preoccupata, penso sempre al peggio (come ad esempio un linfoma), ma non ho nessun altro sintomo. è il caso che ripeta l'ecografia, o che faccia qualche altro esame? se fosse stato qualcosa di grave in un anno ci sarebbe stato un aggravamento più significativo?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del06/04/2008

CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA
Il rilievo ecografico di linfonodi definiti reattivi e il lasso di tempo trascorso dovrebbero tranquillizzarla sulla natura dei suoi disturbi. Potrebbe trattarsi anche di fenomeni flogistici a carico delle ghiandole sudoripare (idrosadenite)
Eventualmente un controllo periodico generale, anche con valutazione delle altre stazioni linfonodali servirà a tranquillizzarla ulteriormente.
http://xoomer.alice.it/luciopiscitelli/Home.html

Dott. Lucio Piscitelli
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia vascolare, angiologia
NAPOLI (NA)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra