L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

25/10/2004 18:20:45

Mononucleosi

Egr. Dott.
sono un ragazzo 24 anni, alla mia ragazza proprio oggi hanno diagnosticato la mononucleosi benchè l'avesse già avuta qualche anno prima!
ho letto che questa malattia non si contrae due volte di seguito, la prima volta vengono sviluppati gli anticorpi necessari, e allora come è possibile che sia di nuovo mononuclosi?
su internet ho letto anche che questa malattia è legata ad altre ben più serie e i sintomi sono simili alla mononucleosi.
senza farle perdere altro tempo, le elenco in breve i sintomi accusati dalla mia ragazza:
febbre (38-39 °C)
dolori ad un fianco (all'inizio il medico di famiglia aveva diagnosticato un'infiammazione dei reni, mentre in pronto soccorso oggi è saltato fuori che la milza è ingrossata!)
mal di testa frequenti
nausea
vomito
stitichezza
dolori alle ossa
spossatezza
...sono abbastanza preoccupato, quali sono gli esami da fare che accertano di aver contratto la mononucleosi, e quali sono gli altri esami da fare consigliati per essere sicuri non si tratti di altre malattie che presentano sintomi simili.
la prego di aiutarmi.
Luca- La Spezia

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del28/10/2004

Il virus della Mononucleosi rimane per tutta la vita nell'organismo di chi contrae la malattia. A guarigione avvenuta non accade che il virus perda la sua infettività, ma semplicemente che l'organismo acquisisca la capacità di controllare egregiamente tutti gli "attacchi" costringendo il virus a "nascondersi" dentro le cellule. Può ben capire che il ricontrarre o meno la malattia sarà il semplice risultato di questo dinamico meccanismo di attacco del virus e difesa dell'organismo. Si possono verificare delle condizioni, alcune anche molto gravi (ma per fortuna non sempre!) come, ad esempio, le immunodepressioni da AIDS o da tumori in cui il soggetto non si limita a ricontrarre la malattia, ma addirittura soccombe ad essa. Dunque non è categorico (per quanto sia ciò che si osserva il più delle volte) che la malattia si manifesti una volta sola. Se alla Sua ragazza è stata ridiagnosticata la Mononucleosi è evidente che sono stati eseguiti i tests immunologici che hanno rilevato la presenza di anticorpi della categoria IgM , perchè i sintomi della Mononucleosi non sono poi così specifici da consentirne una diagosi certa solo su base clinica (cioè coi soli sintomi, senza indicazioni di laboratorio) soprattutto, poi, su un soggetto che dichiari di aver già contratto la malattia,

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra