Prodotti dimagranti, naturali ma pericolosi

15 dicembre 2010
News

Prodotti dimagranti, naturali ma pericolosi



Prodotti contenenti piante officinali e integratori alimentari venduti a scopo dimagrante possono provocare reazioni avverse: alcuni casi sono stati rilevati dal sistema di sorveglianza dell'istituto superiore di sanità. In particolare è stato segnalato che un prodotto con arancio amaro contiene anche sinefrina una sostanza che può determinare tachicardia o ipertensione. Ma, anche con le stesse sostanze naturali, bisogna prestare attenzione, poiché, per esempio il fucus, un'alga marina usata a scopo dimagrante, può stimolare la produzione di ormoni tiroidei, la Garcinia Cambogia, pianta usata nei prodotti dimagranti, ha provocato un effetto tossico grave sul fegato, e, un'altra pianta, la Coleus forskoli, è risultata contaminata provocando un'alterazione a livello nervoso. Infine, anche con i prodotti contenenti fibre da sciogliere con acqua per dare la sensazione di sazietà, è stato osservato un rischio di occlusioni intestinali. (S.Z.)


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
L'esperto risponde