Acidi grassi giovano nella sindrome premestruale

18 gennaio 2011
News

Acidi grassi giovano nella sindrome premestruale



L'integrazione di acidi grassi polinsaturi essenzialimigliora i sintomi della sindrome premestruale (Pms). Lo sostiene uno studio che ha verificato l'efficacia dell'approccio su 120 donne con Pms. Le pazienti sono statesuddivise in tre gruppi che hanno assunto, rispettivamente, 1 grammo, due grammi di acidi grassi (acido gamma linolenico, acido oleico, acido linoleico) o un placebo per sei mesi, durante i quali sono stati monitorati i sintomi premestruali tramite un calendario specifico (Prospective record of the impact and severity of menstruation calendar). Il miglioramento più marcato è stato registrato nel gruppo trattato con il dosaggio più alto di acidi grassi, senza alterazioni dei livelli di colesterolo e di prolattina, mentre nel gruppo placebo i risultati si vedevano al terzo mese ma scomparivano al sesto.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo della data presunta parto
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
L'esperto risponde