Celiachia, discusso ruolo della vitamina A

15 febbraio 2011
Focus

Celiachia, discusso ruolo della vitamina A





La celiachia è un'intolleranza permanente al glutine, proteina presente in avena, frumento, farro, orzo e segale. Ora, grazie a studi su cavie di laboratorio la ricerca è riuscita a scoprire un nuovo aspetto della patologia. I ricercatori dell'università di Chicago, hanno, infatti, osservato che quando sono elevati i livelli di una proteina proinfiammatoria, chiamata interleuchina-15 (Il-15), prodotta dal sistema immunitario, e di vitamina A (acido retinico) si innescano processi che scatenano la patologia.

Nel loro studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nature, i ricercatori hanno verificato che nei topi in cui i livelli di Il-15 erano alti, si manifestavano i primi stadi della malattia celiaca, somministrando, poi, vitamina A i sintomi peggioravano, ma bloccando la produzione Il-15 i topi ritornavano tolleranti al glutine. La vitamina, quindi, sembra agire da adiuvante promuovendo le risposte infiammatorie. Sulla base di queste nuove conoscenze, Bana Jabri, del Digestive disease research core center di Chicago e autore della ricerca, ipotizza che i farmaci che bloccano la Il-15, già allo studio per il trattamento dell'artrite reumatoide, potrebbero essere impiegati anche per la celiachia. Tuttavia, Alessio Fasano, direttore del Centro ricerche sulla celiachia dell'università del Maryland invita alla cautela su possibili e immediate ricadute terapeutiche, dal momento che lo studio «mette in discussione ricerche precedenti che attribuivano alla vitamina A un ruolo protettivo. È come se l'interleuchina venisse "armata" dall'acido retinoico, un'evidenza sorprendente». Si tratta di un'inversione rispetto alla letteratura esistente e Fasano invita alla prudenza, considerato che la ricerca americana è stata fatta su animali. Inoltre, sottolinea «non è possibile fare a meno della vitamina A, elemento integrante della nostra dieta, mentre il blocco dell' Il-15 in trial clinici sull'uomo non ha mostrato la regressione dei sintomi della celiachia, come accaduto nei topi della ricerca di Chicago».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde