Sonno a rischio per i piccoli asmatici

14 luglio 2009
News

Sonno a rischio per i piccoli asmatici



Uno studio su bambini americani ha evidenziato una stretta correlazione tra disturbi respiratori del sonno e problemi comportamentali. L'indagine pubblicata sulla rivista Pediatrics e condotta su 194 bambini di età compresa tra 4 e 10 anni, inseriti in un programma educativo scolastico riguardante l'asma, ha mostrato che una percentuale pari al 33% dei bimbi asmatici soffriva di differenti tipologie di disturbi del sonno, dal russamento alle apnee notturne. Questionari distribuiti a genitori e a chi si prendeva cura dei piccoli pazienti, hanno poi evidenziato che un 32% dei bimbi asmatici soffriva di numerosi problemi del comportamento, quali iperattività, ansia, depressione, deficit d'attenzione e atteggiamenti testardi. I ricercatori sottolineano come i bambini con fastidi respiratori notturni sono anche più soggetti ad alterazioni comportamentali rispetto a quelli che trascorrono notti tranquille. "Seppure sia necessario proseguire negli studi - ha dichiarato Maria Fagnano, docente alla University of Rochester School of Medicine di New York -possiamo sicuramente affermare che i disturbi del sonno rappresentano un fattore di rischio per alterazioni di tipo comportamentale". (L.A.)


Pediatrics


Potrebbe interessarti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Infanzia
08 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Sclerosi multipla: un libro per raccontarla ai bambini
Epistassi, come comportarsi
Infanzia
03 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Epistassi, come comportarsi
L'esperto risponde