Contrastare la demenza? Prova con l’aerobica

08 maggio 2014
News

Contrastare la demenza? Prova con l'aerobica



aerobica; demenza


Ogni quattro secondi nel mondo viene diagnosticato un nuovo caso di demenza, il numero di persone che ne soffrono è in continuo aumento e secondo le stime supererà i 115 milioni nel 2050. È davvero difficile rimanere indifferenti di fronte a questi numeri e viene da chiedersi se esiste qualche sistema per allontanare lo spettro della demenza e garantirsi una vecchiaia in forma anche dal punto di vista mentale.

Una nuova risposta, seppur parziale, arriva oggi dai ricercatori della University of British Columbia di Vancouver, in Canada che hanno studiato gli effetti dell'esercizio fisico sul cervello di 86 donne tra i 70 e gli 80 anni di età sottoposte all'inizio della ricerca a una risonanza magnetica cerebrale. E a differenza di altri studi, la ricerca canadese non ha valutato la memoria con domande e test neuropsicologici, ma ha misurato le dimensioni fisiche del cervello e in particolare di un'area chiamata ippocampo, quella coinvolta nella memoria verbale e nell'apprendimento.

Ecco come si è svolto lo studio pubblicato sulla rivista British journal of sport medicine. Innanzitutto le partecipanti sono state divise in tre gruppi e a ciascuno di questi gruppi è stato assegnato un diverso programma di esercizi della durata di seimesi: attività aerobica, esercizi di resistenza (per esempio pesi o affondi) o esercizi di tonificazione. «Dopo i sei mesi di attività fisica abbiamo misurato con la risonanza magnetica le dimensioni dell'ippocampo di 29 donne che hanno preso parte allo studio e abbiamo osservato che quelle che si erano dedicate all'esercizio aerobico mostravano un ingrandimento significativo di questa area del cervello» spiega Teresa Liu-Ambrose, tra gli autori dell'articolo.

E come spiegano i ricercatori, l'aumento di volume non si osserva con gli altri tipi di esercizio in questo gruppo di donne con lievi problemi di memoria. In realtà Liu-Ambrosee colleghi non hanno notato un miglioramento della memoria verbale legato all'esercizio aerobico. «Questo dimostra quanto siano complesse le relazioni tra volume del cervello e capacità mentali» conclude la ricercatrice che raccomanda poi di dedicarsi ogni giorno a questo tipo di attività fisica per tenere a bada la demenza.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
L'esperto risponde