Mondiali Brasile 2014: ecco le città dove si rischia la febbre Dengue

05 giugno 2014
News

Mondiali Brasile 2014: ecco le città dove si rischia la febbre Dengue



dengue


Anche la medicina si prepara ai mondiali di calcio brasiliani. In particolare un gruppo di esperti europei ha appena pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet Infectious Disease i risultati di una ricerca che ha portato a sviluppare un sistema di allerta per stimare il rischio di esplosioni di febbre Dengue nelle 553 microregioni del Brasile durante la coppa del mondo.

«La febbre Dengue è un'infezione causata da un virus che si trasmette attraverso alcune zanzare e che può in alcuni casi anche mettere in pericolo di vita» spiegano gli autori della ricerca, un gruppo multidisciplinare formato da studiosi del clima, esperti di salute pubblica e di modelli matematici che poi ricordano i numerosi casi di Dengue - circa 7 milioni - verificatisi in Brasile tra il 2000 e il 2013. Per creare il modello e prevedere quindi il rischio di diffusione della malattia nelle 12 sedi delle partite mondiali, David Stephenson, matematico alla Exeter University nel Regno Unito e autore della ricerca si è basato assieme ai suoi colleghi sui dati di pioggia e temperatura degli ultimi 30 anni e anche su dati relativi a densità di popolazione e altitudine. Il gruppo ha anche identificato le soglie per definire il rischio alto, medio o basso di diffusione della malattia.

«Come molte altre malattie infettive, il rischio di Dengue dipende dal clima locale e varia notevolmente nel tempo e nello spazio» spiega Stephensonche poi aggiunge «Il nostro studio combina le previsioni del tempo e fattori socio-economici per poter emettere un messaggio di allerta sul rischio di Dengue». E in base ai risultati ottenuti sono tre le città brasiliane sedi di partite mondiali ad alto rischio: Natal, Fortaleza e Recife. Il rischio è intermedio per Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Salvador e Manaus, mentre è basso per Brasilia, Cuiabá, Curitiba, Porto Alegre e São Paulo.

Il pericolo che la febbre si diffonda e possa anche uscire dal Brasile è quindi reale, ma non è il caso di farsi prendere dal panico o rinunciare alla gioia di un viaggio mondiale. «La diffusione della Dengue dipende da un combinazione di molti fattori come per esempio un numero elevato di zanzare, una popolazione particolarmente sensibile e un alto contatto tra zanzare e uomini» spiega Rachel Lowe, del Catalan Institute of Climate Science di Barcellona, in Spagna, e principale autrice della ricerca. «La possibilità di emettere messaggi di allerta con mesi di anticipo permette alle autorità locali di ridurre o contenere il rischio» conclude.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
L'esperto risponde