Quanto conta la colazione nelle diete dimagranti?

16 giugno 2014
Focus

Quanto conta la colazione nelle diete dimagranti?



colazione; dieta dimagrante


Saltare la colazione non ha un effetto significativo sugli sforzi di chi vuole lasciarsi alle spalle i chili di troppo. È un'affermazione che va contro tutte le raccomandazioni degli esperti che sottolineano invece la fondamentale importanza di questo pasto per chi vuole uscire vincitore dalla lotta contro il sovrappeso e che rappresenta, in sintesi, il risultato di uno studio da poco pubblicato sulla rivista American journal of clinical nutrition dai ricercatori della Università dell'Alabama di Birmingham.

«Il campo dell'obesità e del sovrappeso è pieno di luoghi comuni e affermazioni che non sono state mai provate da ricerche scientifiche serie» afferma David Allison, coordinatore dello studio. «E con il nostro lavoro abbiamo dimostrato che una di tali convinzioni non supera questo controllo rigoroso» aggiunge Allison, direttore presso l'università statunitense del Centro di ricerca su nutrizione e obesità.

Ed ecco come si è svolto il lavoro di Allison e colleghi. Per studiare l'effetto della colazione sulla perdita di peso sono stati coinvolti 309 adulti obesi o in sovrappeso di età compresa tra 20 e 65 anni senza altri particolari problemi di salute oltre ai chili di troppo. Queste persone sono state suddivise in due gruppi: uno che doveva fare colazione tutti i giorni e uno che invece doveva saltare questo primo pasto della giornata. «Abbiamo anche arruolato nella ricerca un gruppo controllo costituito da persone alle quali abbiamo fornito informazioni su come nutrirsi in modo sano, ma senza dare indicazioni particolari sulla colazione. Alcuni di loro facevano colazione, altri no» precisa l'autore che poi prosegue: «Abbiamo poi valutato gli effetti del fare o meno colazione sulla perdita di peso e anche gli effetti del cambiamento nelle abitudini legate alla colazione sullo stesso obiettivo finale, l'eliminazione dei chili di troppo».

«Al termine dei quattro mesi di studio non abbiamo osservato differenze nella perdita di peso tra i diversi gruppi» spiega Emily Dhurandhar, della stessa Università, che precisa come gli studi precedenti hanno dimostrato l'esistenza di un legame tra colazione e perdita di peso, ma non hanno mai dimostrato un vero e proprio legame causa-effetto. A questo punto i ricercatori statunitensi vogliono capire come mai la colazione non influenza la perdita di peso, nonostante le numerose prove del fatto che la colazione può influenzare il metabolismo e l'appetito. Certo è che per leggere in modo corretto i risultati ottenuti bisogna tenere conto di molti fattori: «Nel nostro studio non abbiamo preso in considerazione gli effetti della colazione sul metabolismo o sull'appetito, ma abbiamo solo guardato la perdita di peso e inoltre non sappiamo se oltre i quattro mesi - la durata della ricerca - i risultati restano gli stessi o si modificano» spiega Dhurandhar. «I risultati dello studio dovrebbero comunque aprirci gli occhi: dobbiamo sempre pretendere dimostrazioni chiare e certe per le raccomandazioni che ci vengono fatte dagli esperti» conclude Allison.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
L'esperto risponde