Decongestionare il naso per respirare meglio. Come usare gli spray, i lavaggi nasali e i suffumigi.

13 marzo 2018
News

Decongestionare il naso per respirare meglio. Come usare gli spray, i lavaggi nasali e i suffumigi.



Il brusco calo delle temperature delle settimane scorse ha riportato di attualità la diffusione del raffreddore. Che ci pone di fronte anche a problemi di respirazione. Com'è infatti noto, il naso costituisce la porta di accesso alle nostre vie respiratorie: umidifica, riscalda, purifica l'aria che respiriamo. E per gestire quest'attività, usa moltissima aria. Ogni giorno passano attraverso le nostre narici addirittura 15 mila litri di aria. Quando ci raffreddiamo, questo perfetto meccanismo s'inceppa: le mucose si gonfiano e fatichiamo a respirare. Ci sono dei rimedi che vanno presi in considerazione: alcuni sono naturali altri meno e hanno anche delle controindicazioni se ne viene fatto un uso prolungato.

Gli spray nasali

Gli spray nasali sono un vaso costrittore, servono per sgonfiare i turbinati. Hanno sicuramente una buona efficacia nell'immediato ma vanno usati con cautela. Esistono, infatti, controindicazioni ed effetti collaterali che andrebbero evitati. A lungo andare, per esempio, possono alzare la pressione sanguigna. Ma soprattutto, la mucosa del naso non deve essere continuamente trattata altrimenti si asciuga. Infine, come tutti i farmaci, se vengono utilizzati con un'eccessiva frequenza, possono portare ad una certa assuefazione. Con il risultato che, se il primo beneficio durava otto ore, poi la durata scende e si assottiglia sempre di più.

I lavaggi con acqua salina

Siamo abituati a pensare che i lavaggi con acqua salina siano da suggerire solo ai bambini. Niente di più sbagliato. Tanto più che l'adulto vive normalmente in contesti dove le irritazioni respiratorie possono essere molto forti. E poi c'è un secondo elemento - molto banale ma quasi misconosciuto - da tenere in considerazione: il naso va pulito. Significa che il cavo orale e il cavo nasale devono essere tenuti con la stessa cura e attenzione. Se è vero che ci laviamo più volte i denti nel corso della giornata, è altrettanto vero che si dovrebbe fare lo stesso con il naso. Di qui il ricordo ai lavaggi con acqua salina da usare sempre e non solo nei momenti acuti del raffreddamento.

I suffumigi

Le nostre nonne lo usavano come primo step per liberare le vie respiratorie. E ancora oggi i suffumigi - metodo assolutamente naturale - sono in grado di darci benefici immediati, decongestionando le vie nasali e contribuendo a ripristinare la normale respirazione. Dopo aver portato a ebollizione un litro d'acqua, si aggiungono  3-4 gocce di oli essenziali. Si può scegliere tra timo, salvia, menta, eucalipto. Poi si respirano i profumi, preferibilmente coprendo la testa con un asciugamano per trattenere i vapori e ottenere il massimo beneficio. Sempre per decongestionare, al posto degli oli si possono aggiungere 50 grammi di bicarbonato. Per godere in modo prolungato dei benefici, è consigliato infine spalmare erbe o oli sul petto, lasciando sprigionare lentamente l'aroma che aiuterà le nostre vie nasali a sgonfiarsi.


Carla De Meo



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Campagna Chi non fuma sta una favola
Apparato respiratorio
31 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna "Chi non fuma sta una favola"
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Apparato respiratorio
10 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
Apparato respiratorio
23 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
L'esperto risponde