Sì allo yoga anche in prossimità del parto

24 novembre 2015
News

Sì allo yoga anche in prossimità del parto



yoga donna incinta


Certo non si deve esagerare con i virtuosismi o le pratiche troppo complesse, ma in generale lo yoga rappresenta un ottimo metodo per rimanere attive senza correre rischi anche in prossimità della nascita del proprio figlio. Lo dicono i ricercatori guidati da Rachel Polis, specialista in ginecologia presso il Kosair children's hospital di Louisville (Usa), che hanno valutato gli effetti di una pratica yoga "gentile" su 25 donne sane vicine al parto.

«Si tende a pensare che lo yoga non sia adatto alle fasi finali della gravidanza perché alcune posizioni potrebbero risultare troppo stressanti per mamma e bimbo» spiega la ricercatrice che ha coinvolto nella sua analisi donne ormai nel terzo trimestre di gravidanza (tra le settimane 35 e 38). Alcune delle partecipanti, alle quali è stato proposto di assumere 26 diverse posizioni di yoga, praticavano regolarmente la disciplina, altre la avevano praticata qualche volta e altre ancora non vi si erano mai avvicinate.

«Non abbiamo osservato cambiamenti particolari nei parametri analizzati prima, durante e dopo la pratica e che includevano, tra gli altri, la frequenza cardiaca, le contrazioni uterine, il livello di ossigeno nel sangue per la futura mamma» afferma Polis, «e non si è modificata neppure la frequenza cardiaca dei nascituri».

Lo yoga rappresenta quindi un tipo di attività sicura fino alle fasi finali della gravidanza e potrebbe aiutare le donne a evitare eccessivi aumenti di peso e a rimanere calme. «È importante però rivolgersi al proprio medico prima di iniziare una pratica di questo tipo» sottolineano gli autori, ricordando che non tutti i tipi di yoga sono uguali. Meglio evitare, per esempio lo "hot yoga" dove la stanza viene riscaldata fino a una temperatura compresa tra 32 e 40° C, decisamente troppo elevata per una donna in dolce attesa. «Una pratica più moderata, magari con l'aiuto di supporti per l'equilibrio è invece sicura e salutare» conclude Polis.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Salute femminile
07 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Omeopatia, fitoterapia e integratori, un aiuto per la sindrome premestruale
Salute femminile
19 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Omeopatia, fitoterapia e integratori, un aiuto per la sindrome premestruale
Prevenzione femminile, un ambulatorio mobile nelle piazze d’Italia
Salute femminile
08 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Prevenzione femminile, un ambulatorio mobile nelle piazze d’Italia
L'esperto risponde