Interrompere la Tos pesa sull'umore

08 settembre 2010
News

Interrompere la Tos pesa sull'umore



Assumere la terapia ormonale sostitutiva (Tos) non previene la depressione dopo la menopausa ma interrompere il trattamento aumenta le probabilità che si sviluppi. Lo hanno verificato i ricercatori dell'Hopital La Colombiere di Montpellier, che suggeriscono ai medici di «monitorare il benessere psichiatrico e l'umore nell donne che decidono di sospendere la cura». I dati emergono da uno studio su 4.069 donne con almeno 65 anni monitorate per quattro anni, di cui il 15% era in Tos (l'80% con estrogeno transdermico) e il 20% l'aveva usata in passato. Una donna su cinque era depressa e il 17% che non lo era al basale lo era diventata durante il follow up. La Tos non riduceva il rischio di sintomi depressivi e la sospensione portava a svilupparli entro circa due anni, con una probabilità tre volte più alta rispetto a chi non l'aveva mai usata. Infine, le donne che usavano la combinazione di estrogeni e progestinici per via transdermica mostravano un 60% in più della porbabilità.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Patologie


Calcolo della data presunta parto
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Salute femminile
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Come evitare le fratture delle ossa: dieci regole
Candida, cosa fare
Salute femminile
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Candida, cosa fare
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
Salute femminile
07 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea e oligomenorrea: ormoni e omeopatia possono essere d’aiuto
L'esperto risponde