L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Salute femminile

21/03/2006 18:45:16

CONSIGLIO

Dopo essermi recata dalla ginecologa per un problema assillante da 4 mesi, mi è stato risposto di tornare a casa e mettermi tranquilla perche non vi era nulla di cui preoccuparsi. IO NON CREDO A QUESTE FANDONNIE!!!!!!!!!
da 4 mesi sto cercando di avere rapporti completi col mio fidanzato. ma tutto inutile.
non riesco a farmi penetrare in alcun modo:con le dita, con il pene, o con qualsiasi oggetto adatto ad essere inserito.
il problema sorge con la penetrazione in utero:sembra che ci sia un restringimento dell'organo stesso che impedisce la normale penetrazione............... cosa mi consigliate di fare? vi sono esami a cui mi posso sottoporre? grazie

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del24/03/2006

Gentile Signora avrei bisogno di sapere se è la prima volta che le capita, ossia con altri partners ha avuto lo stesso problema. Ammesso che questi siano i suoi primi rapporti, generalmente questo tipo di problema che viene definito "vaginismo" ha delle spiegazioni riconducibili alla sfera psicologica. Ossia è come se un riflesso involontario inducesse la contrattura dei muscoli vaginali con ostacolo ed impedimento al rapporto sessuale. Soluzioni possono essere ricondotte a stabilire una quanto piu' possibile tranquillita' e rilassatezza della persona durante il rapporto, quindi ambiente consono, preliminari lunghi, complicita' dei partners etc..

Dott. Nicola Pansini
Universitario
Specialista in Ginecologia e ostetricia
BARI (BA)


Risposta del24/03/2006

Se è possibile una visita ginecologica con una normale esplorazione manuale della vagina non dovrebbero neppure esserci impedimenti alla penetrazione soprattutto "manuale " da parte del partner. Se così non è, oltre ad eventuali problemi anatomici od organici , bisogna pensare ad un eventuale problema psicologico, relazionale o comportamentale. Un cordiale saluto.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Salute femminile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra