Allattare sì ma fino a quattro mesi

17 gennaio 2011
Focus

Allattare sì ma fino a quattro mesi



Il latte materno rappresenta il miglior alimento per i neonati perché fornisce tutti i nutrienti di cui hanno bisogno nella prima fase della loro vita. Tuttavia, nuove raccomandazioni pubblicate dal British medical journal mettono in dubbio l'utilità e i benefici di un allattamento al seno prolungato oltre i quattro mesi, contrariamente a quanto viene detto da tempo dalle autorità sanitarie.

Secondo le indicazioni dell'Oms, dell'Unicef e dell'Unione europea, tutti i bambini dovrebbero essere esclusivamente allattati al seno per i primi sei mesi di vita (26 settimane), per poi continuare fino ai due anni e oltre se bambino e mamma gradiscono. E l'Italia è un esempio di eccellenza: lo pratica l'80% delle mamme, quando la media a livello mondiale non supera il 35%.
Eppure, gli autori della ricerca sostengono che dopo i quattro mesi il latte materno deve essere alternato a cibi solidi, altrimenti il bimbo rischia di sviluppare intolleranze alimentari e una carenza di ferro. I ricercatori avrebbero riscontrato infatti tale carenza nel 30% dei bambini allattati esclusivamente al seno fino ai 6 mesi: una mancanza che può portare in seguito a ritardi nello sviluppo, problemi di comportamento e di rendimento scolastico e quoziente intellettivo inferiore. Se poi non vengono introdotte verdure nella dieta dei bambini dopo i primi quattro mesi di solo latte, il rischio è che si creino successivamente intolleranze alimentari e allergie. Gli autori sottolineano che non è in discussione l'allattamento al seno in sé, ma la durata di questa pratica.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
L'esperto risponde