Sigaretta elettronica, dubbi sulla sicurezza e sul risultato

12 ottobre 2011
Focus

Sigaretta elettronica, dubbi sulla sicurezza e sul risultato



Sigaretta elettroniche dipendenza nicotina


Si compra in farmacia, è una sorta di mini-aerosol metallico a forma di sigaretta e con gli stessi colori di una reale, sprigiona vapori aromatizzati che danno l'illusione di fumare e può contenere anche una percentuale di nicotina. È una sigaretta ma elettronica e il suo utilizzo si dovrebbe inserire come sostegno per smettere con l'abitudine del fumo, tuttavia la sua commercializzazione ha sollevato dubbi sull'utilità e sulla sicurezza.

L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel 2010 ha affermato che contengono troppi additivi chimici e non aiutano realmente a smettere di fumare. Nello stesso periodo anche la magistratura italiana se ne è occupata: il procuratore torinese Raffaele Guariniello ha infatti aperto un fascicolo per indagare su tali apparecchi, a partire dalla presenza nelle sigarette elettroniche di nicotina, documentata da varie analisi. Scettici anche i medici che hanno obiettato che non sono stati fatti studi scientifici di efficacia e di non pericolosità e, dunque, non si può escludere che inducano a un rischio di dipendenza o intossicazione da nicotina. Inoltre, obiettano gli esperti, non è noto che cosa contengano i diversi tipi di dispositivi in commercio e in quali quantità, mentre per cerotti e gomme da masticare utilizzati finora per tentare di smettere di fumare è indicato con esattezza la quantità di nicotina presente in ogni dose. Alla luce di questi dubbi ancora non risolti, il ministero della Salute ha emesso un'ordinanza, pubblicata in Gazzetta Ufficiale agli inizi di ottobre 2011, che vieta «la vendita a soggetti minori di anni 16 di sigarette elettroniche con presenza di nicotina». Il ministero ha, infatti ribadito, che «non si può escludere l'esistenza di un rischio che i sistemi elettronici inducano la dipendenza da nicotina nei soggetti minori ai quali questi articoli sono liberamente venduti» e inoltre che mancano «le conoscenze relativamente alla maggior parte dei sistemi elettronici in questione». Ora è attesa una regolamentazione complessiva di questi dispositivi elettronici.

Una «misura logica» sostiene Silvio Garattini, farmacologo direttore dell'Istituto Mario Negri di Milano, poiché tali sigarette con nicotina «possono indurre soprattutto i giovani ad abitudini dannose». Una misura «opportuna» concorda Piergiorgio Zuccaro, direttore dell'Osservatorio fumo, alcol e droghe dell'Istituto superiore di sanità: «È giusto che non vengano vendute ai minori perché, come le normali sigarette per le quali la vendita ai minori è già vietata, contengono nicotina». Un invito, invece, a non generalizzare e a fare il giusto distinguo tra sigarette elettroniche con o senza nicotina, arriva dall'Istituto europeo di oncologia Ieo dove sono in sperimentazione in un protocollo scientifico. Come spiega Carlo Cipolla presidente della International cardioncology society, «dare nicotina, pur in quantità minimali, potrebbe favorire il meccanismo della dipendenza farmacologica giovanile proprio per la loro particolare suscettibilità in quel periodo adolescenziale». Tuttavia, prosegue Cipolla, «ciò non tocca le prospettive delle sigarette elettroniche senza nicotina che, al contrario, hanno la caratteristica di aiutare la disattivazione della dipendenza psicologico-gestuale, elemento documentato e alla base dell'utilizzo della sigaretta elettronica senza nicotina addirittura in un protocollo scientifico coordinato dallo Ieo e in collaborazione con il Centro Cardiologico Monzino e l'Ospedale San Raffaele». I presupporti dell'utilizzo della sigaretta elettronica senza nicotina rimangono totalmente validi aggiunge Cipolla, e la sperimentazione «avvarrà di ricercatori orientati a rispondere oggettivamente al quesito se le sigarette elettroniche siano in grado di ridurre il numero di sigarette fumate, evitare le crisi astinenza e di "craving" e chiarire se e in che punto di un protocollo di stop al fumo la sigaretta elettronica senza nicotina può trovare un suo significativo ed efficace utilizzo».

Simona Zazzetta


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Campagna Chi non fuma sta una favola
Apparato respiratorio
31 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna "Chi non fuma sta una favola"
La carne rossa nella dieta mediterranea
Tumori
11 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
La carne rossa nella dieta mediterranea
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
Apparato respiratorio
10 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Campagna di sensibilizzazione contro il fumo nelle farmacie Alphega
L'esperto risponde