L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Stomaco e intestino

16/06/2007 21:26:31

Infiammazione cronica del retto

Ho 43 anni e da venti ho un'infiammazione del retto che coinvolge vescica e vagina con una sensazione costante di calore e bruciore. Il mese scorso ho avuto anche un sanguinamento emorroidale. Da quando ero bambina ho sofferto di stipsi. Da un'analisi endoscopica e' stato riscontrato un dolicocolon. Ricordo da piccola che avevo ogni tanto sensazione di calore, specie quando erano molti giorni che non andavo di corpo. Da quando avevo vent'anni la sensazione di calore persiste con delle punte di bruciore molto forte da finire al pronto soccorso specie in estate. Ultimamente la situazione e' molto peggiorata, ho infiammazioni continue che non mi permettono di riposare, dolori alla schiena, spasmi del retto e del sigma, sensazione di calore molto forte e dolore acuto nella regione sopra il pube. Per il momento sto facendo dieta ferrea a base di riso, carni bianche, molta acqua, zucchine e carote. Probabilmente vi e' una cattiva circolazione della zona retto sigma. Ho preso dell'Asacol supposte per migliorare l'infiammazione ma, forse contenedo glicerina, mi ha provocato un aumento dell'infiammazione. La dieta che sto seguendo sembra adeguata per le rettocoliti, ma essendo molto stitica la mancanza di latte e fibre mi ha riportato la stipsi che mi tende a causare infiammazione. Sono disperata. Le fitte e i bruciori sono insopportabili! Cosa posso fare?


Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del19/06/2007

La colonscopia non ha rivelato un'infiammazione del colon, ne' del sigma-retto. Potrebbero essere le Emorroidi a provocare i suoi disturbi. Si e' gia' fatta vedere da uno specialista proctologo? Talvolta questi disturbi possono provenire dall'ultimo tratto della colonna vertebrale. In questo caso e' necessaria una TAC della zona. Non abbandoni le fibre. Quste sono indispensabili per una buona funzionalita' intestinale, soprattutto nei soggetti con dolicocolon.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Cardiologia
Specialista in Gastroenterologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Stomaco e intestino







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra