È davvero possibile restare incastrati nell’amplesso?

06 febbraio 2014
News

È davvero possibile restare incastrati nell'amplesso?



puzzle; incastro; penis captivus


Niente sesso, siamo inglesi si intitolava una commedia teatrale di grande successo, da cui era stato anche tratto un film. Quelli, però erano gli anni '70 del secolo scorso, mentre oggi è nientemeno che la compassata Bbc a raccontare che gli inglesi non solo fanno sesso (e ci mancherebbe), ma sono pronti a raccontare candidamente alla radio di aver avuto una disavventura che finora nessuno sapeva se catalogare come una leggenda metropolitana: quella di non riuscire a liberarsi dall'amplesso, e di finire in Pronto soccorso per porre fine al supplizio.

Tutto è cominciato quando il programma radiofonico di salute Health Check ha ospitato il Aristomenis Exadaktylos, medico di Pronto soccorso che ha studiato le cause di ricovero nel suo ospedale di Berna in Svizzera, negli ultimi 11 anni, concentrando l'attenzione sulle conseguenze dell'attività sessuale. Dopo aver elencato emicranie invalidanti, disturbi cardiaci e accidenti vari tra cui la perdita di memoria, il medico si è sentito chiedere se gli fosse mai capitato di trovarsi davanti in barella due amanti allacciati in modo inestricabile. Ebbene, poiché in tanti anni non gli era mai capitato né direttamente né attraverso i racconti dei colleghi, Exadaktylos ha espresso il dubbio che fosse una leggenda metropolitana, ma è stato prontamente smentito da due radioascoltatori che hanno raccontato le disavventure vissute in prima persona.

La Bbc ha quindi consultato un secondo esperto, che ha spiegato come già a partire dal 1935 siano comparse nella letteratura medica descrizioni di casi di penis captivus (pene prigioniero), come si chiama questo fenomeno, da non confondere con le forme gravi di vaginismo, assai più comune, in cui i muscoli si contraggono in modo involontario rendendo impossibili i rapporti sessuali.

Uno dei primi resoconti risale addirittura al 1372, e un po' in tutti ricorre l'ipotesi che questo incidente sia una sorta di punizione per le coppie clandestine, che corrono più rischi perché fanno sesso in luoghi pubblici con lo stress derivante dal timore di essere scoperti: nella realtà può capitare in qualsiasi circostanza, ma di solito - assicurano gli esperti - la situazione si risolve da sé nel giro al più di qualche minuto.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO
Patologie


Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
Amore al capolinea
Sessualità
26 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amore al capolinea
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso
Sessualità
04 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso
Il sesso non mette a rischio il cuore
Sessualità
20 novembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Il sesso non mette a rischio il cuore
L'esperto risponde