Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2018
Farmaci - Teysuno

Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Nordic Pharma B.V.

MARCHIO

Teysuno

CONFEZIONE

20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

ALTRE CONFEZIONI DI TEYSUNO DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
tegafur + gimeracil + oteracil

FORMA FARMACEUTICA
capsula

GRUPPO TERAPEUTICO
Antineoplastici antimetaboliti

CLASSE
A

RICETTA
medicinale dispensabile al pubblico con ricetta medica lim. da rinnovare di volta in volta rilasciata da centri osp.o da specialista internista, oncologo, radioterapista

SCADENZA
48 mesi

PREZZO
266,48 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

Teysuno è indicato negli adulti per il trattamento del carcinoma gastrico avanzato quando somministrato in associazione con cisplatino .


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

  • Ipersensibilità ai principi attivi (tegafur, gimeracil e oteracil) o ad uno qualsiasi degli eccipienti .
  • Storia di reazioni gravi e inaspettate alla terapia con fluoropirimidine.
  • Carenza nota di diidropirimidina deidrogenasi (DPD).
  • Gravidanza e allattamento.
  • Grave soppressione del midollo osseo .
  • Pazienti con insufficienza renale terminale che richiede dialisi.
  • Somministrazione contemporanea di altre fluoropirimidine con Teysuno.
  • Trattamento da meno di 4 settimane con inibitori della DPD, compresa sorivudina o suoi analoghi chimicamente correlati quale brivudina.
  • Controindicazioni per il cisplatino; consultare l'RCP del cisplatino.



AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

Le tossicità dose limitanti comprendono diarrea e disidratazione. Molti effetti indesiderati sono reversibili e possono essere gestiti con terapia sintomatica, interruzioni e riduzioni della dose.

Soppressione del midollo osseo

In pazienti trattati con Teysuno in associazione con cisplatino, è stata riportata la soppressione del midollo osseo correlata al trattamento, comprendente neutropenia, leucopenia, trombocitopenia, anemia e pancitopenia. Pazienti con conta bassa dei globuli bianchi devono essere tenuti sotto stretto controllo per l'insorgenza di infezioni e per il rischio di altre complicanze da neutropenia, e trattati secondo indicazione medica (ad esempio con antibiotici e con fattore stimolante le colonie dei granulociti [G-CSF]). Pazienti con conta bassa delle piastrine presentano un aumentato rischio di sanguinamento e devono essere controllati attentamente. La dose deve essere modificata come raccomandato nel paragrafo (qui non riportato) 4.2.

Diarrea

I pazienti con diarrea devono essere controllati accuratamente e in caso di disidratazione devono essere loro somministrati fluidi ed elettroliti. Quando indicato deve essere somministrato il trattamento profilattico della diarrea. La terapia standard antidiarroica (ad es. loperamide) e fluidi/elettroliti per via endovenosa devono essere iniziati sintomi alle prime manifestazioni di diarrea. In caso di diarrea di Grado ≥ 2, se i sintomi persistono nonostante il trattamento adeguato, deve essere attuata la sospensione/aggiustamento della dose.

Disidratazione

La disidratazione e qualsiasi alterazione degli elettroliti ad essa associata, devono essere prevenute o corrette all'inizio. I pazienti con anoressia, astenia, nausea, vomito, diarrea, stomatite e occlusione gastrointestinale devono essere controllati attentamente per l'insorgenza dei segni di disidratazione. La disidratazione deve essere gestita adeguatamentecon reidratazione ed altre misure appropriate. Qualora si verifichi disidratazione di Grado ≥2, il trattamento deve essere immediatamente interrotto e la disidratazione corretta. Il trattamento non deve essere ripreso fino a quando la disidratazione e le cause determinanti siano corrette o adeguatamente controllate. In presenza di reazioni avverse a rapido decorso devono essere applicate modificazioni della dose, quando necessario .

Tossicità renale

Il trattamento con Teysuno in associazione con cisplatino può essere associato ad un abbassamento temporaneo della filtrazione glomerulare causata principalmente da cause pre-renali (ad es. disidratazione, squilibrio degli elettroliti, ecc). Effetti indesiderati di Grado ≥3come l'aumento della creatinina ematica, la diminuzione della clearance della creatinina, la nefropatia tossica e l'insufficienza renale acuta, sono stati tutti riportati in pazienti che assumevano Teysuno in associazione con cisplatino . Per rilevare cambiamenti nella funzionalità renale durante il trattamento, i parametri renali devono essere attentamente controllati (ad es. creatinina serica, CrCl). Se si osserva un peggioramento della filtrazione glomerulare, le dosi di Teysuno e/o cisplatino devono essere corrette in conformità alla Tabella 4, e devono essere prese misure di supporto appropriate .

Disidratazione e diarrea possono aumentare il rischio di tossicità renale di cisplatino. Deve essere somministrata adeguata idratazione (diuresi forzata) in conformità all'RCP di cisplatino, per ridurre il rischio di tossicità renale associata alla terapia con cisplatino.

Gimeracil aumenta l'esposizione a 5-fluorouracile (5-FU) inibendo la DPD, l'enzima principale per il metabolismo di 5-FU. Il gimeracil viene eliminato principalmente dal rene ; quindi, in pazienti con insufficienza renale, la clearance renale del gimeracil risulta diminuita e conseguentemente l'esposizione a 5-FU aumentata. Si può prevedere un aumento della tossicità correlata al trattamento con l'aumentare dell'esposizione al 5-FU .

Insufficienza renale severa

Il trattamento con Teysuno non è raccomandato in pazienti con insufficienza renale severa a causa della possibile alta incidenza di eventi avversi del sistema circolatorio e linfatico e la possibilità di esposizioni inattese più alte di 5-FU come risultato delle fluttuazioni nella funzione renale in questi pazienti, a meno che i benefici non siano chiaramente superiori ai rischi .

Tossicità oculare

In studi condotti in Europa/Stati Uniti (EU/USA) in pazienti trattati con Teysuno in associazione con cisplatino le patologie dell'occhio più comuni correlate al trattamento, erano disturbi della lacrimazione (8,8%), compreso un aumento della lacrimazione, secchezza dell'occhio, e dacriostenosi acquisita .

Molte reazioni oculari si risolvono o migliorano con la sospensione del medicinale e con un trattamento appropriato (instillazione di lacrime artificiali, colliri antibiotici, impianto di piccoli tubi di vetro o silicone negli orifizi o nei canalicoli lacrimali, e/o con l'uso di occhiali invece di lenti a contatto). Devono essere predisposte misure adeguate per assicurare una rilevazione precoce delle reazioni oculari, incluse visite oftalmologiche precoci in caso di qualsiasi sintomo oculare persistente o che riduca la visione quali lacrimazione o sintomi corneali.

Consultare l'RCP del cisplatino per patologie dell'occhio osservate in seguito a terapia con cisplatino.

Anticoagulanti cumarinici

Deve essere strettamente controllata la risposta anticoagulante (Rapporto normalizzato internazionale del tempo di protrombina [INR] o tempo di protrombina) nei pazienti che assumono terapia con anticoagulanti orali cumarinici e la dose di anticoagulante deve essere modificata conseguentemente . In studi clinici l'uso di anticoagulanti cumarinici in pazienti in terapia con Teysuno è stato associatoad elevato INR ed emorragie gastrointestinali, a tendenza all'emorragia, ematuria ed anemia. 

Attivatori della DPD

Qualora un attivatore della DPD venga somministrato contemporaneamente a Teysuno, l'esposizione a 5-FU potrebbe non raggiungere livelli efficaci. Tuttavia, poichè al momento non ci sono attivatori della DPD noti, l'interazione tra un attivatore della DPD e Teysuno non può essere valutata.

Instabilità dei microsatelliti (MSI)

Teysuno non è stato studiato in pazienti affetti da tumore gastrico con MSI. L'associazione tra la sensibilità al 5-FU ed MSI in pazienti con tumore gastrico non è chiara e l'associazione tra Teysuno ed MSI nel tumore gastrico non è nota.

Intolleranza/malassorbimento al/del glucosio/galattosio

Questo medicinale contiene lattosio. Pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, con insufficienza dell'enzima Lapp lattasi o con malassorbimento del glucosio/galattosio non devono assumere questo medicinale.

Altre fluoro pirimidine orali

Non ci sono studi clinici disponibili che confrontano Teysuno con altri composti orali a base di 5-FU. Quindi Teysuno non può essere usato come sostituto per altri medicinali orali a base di 5-FU.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

Interazioni con altri medicinali

Non sono stati effettuati studi di interazione in pazienti adulti o in età pediatrica.

Altre fluoropirimidine

La co-somministrazione di altre fluoropirimidine quali capecitabina, 5-FU, tegafur, o flucitosina può portare ad ulteriore tossicità ed è controindicato. Si raccomanda un periodo minimo di sospensione di 7 giorni tra la somministrazione di Teysuno e di altre fluoropirimidine. Ci si deve attenere al periodo di sospensione riportato nel RCP degli altri medicinali a base di fluoropirimidine se Teysuno deve essere somministrato in seguito ad altri medicinali fluoropirimidinici.

Sorivudina e brivudina

La sorivudina o i suoi analoghi chimicamente correlati come la brivudina inibiscono irreversibilmente la DPD, portando ad un aumento significativo dell'esposizione a 5-FU. Questo può portare ad un aumento clinicamente significativo della tossicità correlata alla fluoropirimidina, con esiti potenzialmente fatali. Teysuno non deve essere usato insieme a sorivudina o brivudina o a meno di 4 settimane dall'ultima dose di sorivudina o brivudina.

Inibitori del CYP2A6

Poiché il CYP2A6 è l'enzima principale responsabile della conversione di tegafur in 5-FU, la somministrazione contemporanea di un inibitore noto del CYP2A6 e di Teysuno deve essere evitata, poichè l'efficacia di Teysuno potrebbe essere diminuita .

Folinato/acido folinico

Non ci sono dati disponibili sull'uso contemporaneo di acido folinico con Teysuno in associazione con cisplatino. Tuttavia, metaboliti del folinato/acido folinico formano strutture ternarie con timidilato sintasi e fluorodeossiuridina monofosfato (FdUMP), aumentando potenzialmente la citotossicità di 5-FU. Si raccomanda prudenza poichè l'acido folinico è noto per aumentare l'attività di 5-FU.

Nitroimidazoli, incluso metronidazolo e misonidazolo

Non ci sono dati disponibili sull'uso contemporaneo di nitroimidazoli con Teysuno in associazione con cisplatino. Tuttavia i nitroimidazoli possono ridurre la clearance di 5-FU e quindi aumentarne i livelli plasmatici. Si raccomanda prudenza poichè la co-somministrazione può aumentare la tossicità di Teysuno.

Metotrexato

Non ci sono dati disponibili sull'uso contemporaneo di metotrexato con Teysuno in associazione con cisplatino. Tuttavia il metotrexato poliglutammato inibisce la timidilato sintasi e la diidrofolato riduttasi, aumentando potenzialmente la citotossicità di 5-FU. Si raccomanda prudenza poichè la co-somministrazione può aumentare la tossicità di Teysuno.

Clozapina

Non ci sono dati disponibili sull'uso contemporaneo di clozapina con Teysuno in associazione con cisplatino. Tuttavia a causa dei possibili effetti farmacodinamici aggiuntivi (mielotossicità), si raccomanda prudenza poichè la co-somministrazione può aumentare il rischio e la gravità della tossicità ematologica di Teysuno.

Cimetidina

Non ci sono dati disponibili sull'uso contemporaneo di cimetidina con Teysuno in associazione con cisplatino. Tuttavia la co-somministrazione può diminuire la clearance e quindi aumentare i livelli plasmatici di 5-FU. Si raccomanda prudenza poichè la co-somministrazione può aumentare la tossicità di Teysuno.

Anticoagulanti cumarinici

L'attività di un anticoagulante cumarinico è risultata aumentata da Teysuno. Si raccomanda prudenza poichè la co-somministrazione di Teysuno e terapia anticoagulante con cumarina può aumentare il rischio di emorragia .

Fenitoina

Le fluoropirimidine possono aumentare la concentrazione plasmatica di fenitoina quando somministrate contemporaneamente a fenitoina, causando tossicità da fenitoina. È raccomandato il controllo frequente dei livelli ematici/plasmatici di fenitoina quando Teysuno e fenitoina sono somministrati contemporaneamente. Qualora indicato, la dose di fenitoina deve essere aggiustata conformemente all'RCP della fenitoina. Devono essere adottate misure appropriate qualora si sviluppasse tossicità da fenitoina,.

Altro

In base a dati non clinici, l'allopurinolo può diminuire l'attività antitumorale a causa della soppressione della fosforilazione di 5-FU. Deve quindi essere evitata la co-somministrazione con Teysuno.

Altre forme di interazione

Cibo

La somministrazione di Teysuno con un pasto ha ridotto l'esposizione a oteracil e gimeracil, con un effetto più pronunciato per oteracil che per gimeracil . Deve essere assunto con acqua almeno 1 ora prima o 1 ora dopo un pasto .


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Teysuno 20 mg/5,8 mg/15,8 mg 42 capsule rigide

La più alta dose singola di Teysuno assunta è stata di 1400 mg; questo paziente ha sviluppato leucopenia (Grado 3).  Manifestazioni acute di sovradosaggio riportate includevano nausea, vomito, diarrea, mucosite, irritazione gastrointestinale, sanguinamento, soppressione del midollo osseo ed insufficienza respiratoria. La gestione clinica del sovradosaggio deve comprendere gli interventi medici terapeutici e di supporto abituali con lo scopo di correggere le manifestazioni cliniche che si presentano e di prevenire le loro possibili complicazioni.

Non sono disponibili antidoti noti in caso di sovradosaggio.


CONSERVAZIONE



Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.






Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Ultimi articoli
Perché sudiamo? Cause e rimedi
18 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Perché sudiamo? Cause e rimedi
L'esperto risponde