Calcola la data presunta parto (DPP)

20 maggio 2022

Calcola la data presunta parto (DPP)



Come e perchè si calcola la data presunta parto (Dpp)


Il servizio consente di calcolare la data presunta del parto (Dpp), cioè quante settimane mancano alla nascita del tuo bambino.

Conoscere in anticipo il giorno del parto non è solo un desiderio legato alla curiosità della madre, perché datare la gravidanza è fondamentale, dal punto di vista medico, per poter controllare che la crescita fetale proceda regolarmente.

Biologicamente una gravidanza inizia non alla mestruazione ma al momento della fecondazione dell'ovulo. Tuttavia questo momento è piuttosto variabile e imprevedibile, perciò in medicina si è convenzionalmente stabilito di considerare come inizio della gravidanza il primo giorno dell'ultima mestruazione.

Si sa che una gravidanza dura circa 9 mesi, però attualmente si utilizza un conteggio più preciso in settimane. Una gravidanza dura mediamente 280 giorni, cioè 9 mesi e 10 giorni, cioè 40 settimane, contando dal primo giorno dell'ultima mestruazione. Inserendo quindi la data dell'ultima mestruazione nel form proposto, il sistema calcolerà il giorno presunto del parto ipotizzando 40 settimane di gestazione.

E' considerato assolutamente normale che il parto avvenga qualche giorno prima o dopo la data presunta.

Indica di seguito la data dell'ultima mestruazione e calcola la data presunta del parto (Dpp), cioè quante settimane mancano alla nascita del tuo bambino.

Nota: normalmente l'ultima mestruazione dovrebbe essere avvenuta circa 14 giorni prima dalla data di concepimento (in un ciclo di 28 giorni).





A che punto è la gravidanza: età gestazionale e età ultrasonografica

Per sapere esattamente come procede la gravidanza, e avere conferma della data presunta per il parto (Dpp) occorre confermare l'età gestazionale con la valutazione dell'età ultrasonografica.

Età gestazionale è il tempo in settimane + giorni calcolata dal primo giorno dell'ultima mestruazione, in pratica il periodo trascorso in assenza di nuove mestruazioni. Questo valore si ottiene semplicemente utilizzando un calendario.

Età ultrasonografica è l'epoca in settimane + giorni calcolata con l'ecografia, eseguita nel primo trimestre, in base alle misure del feto.

Se la lunghezza fetale rilevata con l'ecografia corrisponde a un'età diversa di almeno 7 giorni dall'età gestazionale, la gravidanza va ridatata in base a tale differenza. In pratica il ginecologo abbandona la misurazione da calendario a favore di quella dell'ecografia: da quel momento in poi il riferimento per la crescita fetale e la Dpp sarà l'età ultrasonografica.

Tags:


In evidenza:

I servizi di Dica33:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Salute femminile
11 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Salute femminile
05 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Salute femminile
04 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa