Policistosi ovarica

17 maggio 2022

Policistosi ovarica: cause, sintomi e cure



Indice


Definizione


Policistosi ovarica: definizione e generalità


La policistosi ovarica (Pco) o sindrome dell'ovaio policistico (o anche sindrome di Stein-Leventhal) è una malattia femminile caratterizzata dalla formazione di tante microcisti nelle ovaie. Si tratta della forma più comune di anovulazione cronica associata a eccesso androgenico.

Cause


Policistosi ovarica: cause principali


Probabilemte il circolo vizioso origina da un iniziale iperandrogenismo che provoca irsutismo e indirettamente porta ad anovulazione e disturbi del ciclo mestruale. Il sistema poi si auto mantiene con i meccanismi che seguono. I livelli circolanti elevati di Lh, con esagerata e irregolare pulsatilità secretoria, provocano iperplasia dello stroma ovarico e delle cellule della teca con iperproduzione di androgeni. L'Fsh circolante, ai limiti inferiori della norma con scarsa variabilità, induce una incompleta maturazione dei follicoli ovarici, con formazione di microcisti, anovulazione cronica e ipoestrogenismo ovarico.

Sintomi

Policistosi ovarica: sintomi più comuni


Durante la pubertà compaiono irregolarità mestruali, irsutismo, talora acne; l'eccesso ponderale in genere è già presente. Nel tempo si possono sviluppare amenorrea e, nel 10-20% dei casi, diabete mellito di tipo II.

Diagnosi

Policistosi ovarica: come efftuare la diagnosi


La diagnosi si ottiene dalla somma delle osservazioni cliniche e degli esami di laboratorio e strumentali, una volta escluse altre patologie su base ormonale. I dosaggi ormonali hanno valore indicativo perché data l'estrema variabilità individuale possono comunque rientrare nei limiti di norma oppure, quando i valori sono anomali (soprattutto degli ormoni androgeni) richiedono ulteriori indagini per escludere altre patologie. L'ecografia è l'esame più sensibile nei casi di Pco; si considera positiva se anche un solo ovaio ha un volume > 10ml e contiene almeno 10 follicoli con diametro di 2-9mm.

Cure

Policistosi ovarica: cure e rimedi


In ogni caso di sovrappeso si impone il dimagrimento; i farmaci insulino-sensibilizzanti come la metformina aiutano a ridurre il peso e l'insulinemia, con diminuzione anche dei livelli periferici circolanti di androgeni. L'anovulazione è reversibile, se la donna lo desidera, altrimenti la patologia si può controllare anche tenendo a riposo l'attività ovarica. Per contrastare l'irsutismo si impiegano estroprogestinici o, meglio, estrogeni e ciproterone acetato, se la donna non desidera figli; mentre il clomifene citrato ripristina i cicli ovulatori e la normale fertilità.

Fonte: Rugarli. Medicina Interna sistematica. Sesta edizione - 2010 Elsevier

Tags:


Patologie e sintomi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Salute femminile
11 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Salute femminile
05 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Salute femminile
04 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa