Eccesso farmaci

04 maggio 2017

Eccesso farmaci




03 maggio 2017

Eccesso farmaci

da due anni e mezzo assumo una serie di medicine (secondo procollo) dopo inserimento STENT CORONARICI. Nel far presente che prima di detto intervento avevano valori ottimali sia le analisi del sangue (ben al disotto del massimo colesterolo, tricliceridi, glicemia, . . e, secondo il mio medico curante quello di un ragazzo) sia la pressione sanguigna 74-80/125-130; ritengo leggittimo domandare s'è proprio necessario continuare le terapie farmacologiche e come mai 10 anni prima, casualmente in seguito ad un ceck up respiratorio e risultato avessi avuto in passato un infarto (punta del cuore) esenza accorgemene. Ho 72 anni un passato atletico ed ora, da obeso, pratico lo sport dal divano alla poltrona.

Risposta del 04 maggio 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Capisco la sua attuale attività sportiva, ma certo non la condivido. Le prime cose che deve fare un cardiopatico sono di non essere in sovrappeso e di fare moderata attività fisica. Mi chiede se può sospendere la terapia, ma non mi dice quali sono i farmaci che assume. Poiché ha gli stent, quella che non potrà mai sospendere è la terapia antiaggregante piastrinica. Sugli eventuali farmaci antipertensivi ( nel suo caso vengono consigliati quelli chiamati ACE-inibitori ) deve decidere il suo medico o il suo cardiologo. E' possibile avere un infarto ( infartino ) con dei sintomi modesti, che non vengono presi in considerazione.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Farmaci e cure

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Vedi anche:


Ultimi articoli
Antibiotico, sì o no?
16 gennaio 2020
Quiz e test della salute
Antibiotico, sì o no?
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube