Farmaci generici o farmaci brand? Non c'è differenza

04 luglio 2014
News

Farmaci generici o farmaci brand? Non c'è differenza


farmaci generici

Dai risultati del primo studio italiano osservazionale retrospettivo di confronto tra farmaco brand e farmaco generico, emerge che non ci sono differenze significative tra farmaci generici e brand. Questo importante studio è stato condotto analizzando i database amministrativi dal 2008 al 2011, relativi ad oltre 350.000 pazienti appartenenti a cinque Asl lombarde (Bergamo, Lecco, Milano città, Milano 2-Melegnano, Pavia) che raggruppano una popolazione totale di circa quattro milioni di persone. Si tratta del primo studio con queste caratteristiche per portata e risultati.

«L'introduzione dei farmaci generici» dichiara Alberico L. Catapano, presidente della Società europea aterosclerosi e Ordinario di farmacologia all'Università di Milano, «è un passo importante nel controllo dei costi sanitari e nel liberare risorse che possano essere utilizzate per terapie innovative. Allo stesso tempo è fondamentale dimostrare che gli effetti misurabili nella popolazione esposta siano del tutto confrontabili a quelli del farmaco originatore. I dati oggi a disposizione vanno in questa direzione».

Eppure c'è ancora chi mette in dubbio l'efficacia e la sicurezza d'uso del generico, come sostiene Gualtiero Pasquarelli, amministratore delegato Doc generici: «Nonostante i farmaci equivalenti, - una dizione che meglio si presta che non il termine generico - siano ormai entrati nella pratica quotidiana. Probabilmente le remore derivano o da una mancanza di informazione adeguata o dal vecchio vezzo, tutto italiano, di collegare la qualità al prezzo. Ne consegue l'equazione minor prezzo uguale minor qualità. Nulla di più sbagliato perlomeno in campo farmaceutico».




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube