Dolore cronico: un chip sottocutaneo per chi non trae beneficio dai farmaci

11 aprile 2014
News

Dolore cronico: un chip sottocutaneo per chi non trae beneficio dai farmaci


chirurgia; dolore cronico; chip

Un passo in avanti nella lotta al dolore cronico: è arrivato un chip sottocutaneo che aiuta i pazienti che sono insensibili alle terapie e ai farmaci antidolorifici. Il chip è il frutto di una collaborazione tra l'ospedale Santa Chiara e i laboratori di bioingegneria della California.

«Il microstimolatore» scrive in una nota l'ospedale italiano «che abbiamo impiantato è costituito da un microfilo del diametro di circa un millimetro e della lunghezza di circa 10 centimetri che contiene al suo interno un microchip in grado di decodificare i comandi trasmessi dall'esterno con sistema wireless e di commutarli in segnali elettrici da inviare direttamente ai nervi e ai tessuti biologici.
La particolarità del sistema è che i nuovi microstimolatori sono molto piccoli e sfruttando la tecnologia wireless possono essere impiantati senza la necessità di fili di connessione e batterie interne, come invece avviene con i tradizionali neuro stimolatori e possono essere posizionati con anestesia locale tramite un ago senza la necessità di procedure chirurgiche invasive».





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube