Dica 33: perché il medico ce lo chiede?

19 maggio 2016
Focus

Dica 33: perché il medico ce lo chiede?


Durante le visite i medici spesso chiedono "Dica 33". Cosa significa e perché lo fanno?


Durante le visite il medico ascolta il nostro torace, solitamente con la mano appoggiata a piatto, alla ricerca del cosiddetto fremito vocale tattile, ovvero una vibrazione sonora prodotta dall'aria che parte dalla laringe e risuona nei bronchi. La parola 33, essendo ricca di consonanti e suoni dentali e vibranti permette di produrre le onde sonore che facilitano il lavoro del medico. In pratica la vibrazione prodotta dalla parola 33 rende più semplice la diagnosi di possibili problemi a polmoni o bronchi.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube