Nella giornata mondiale della famiglia si parla anche dei pet

15 maggio 2024
Aggiornamenti e focus

Nella giornata mondiale della famiglia si parla anche dei pet



Tags:

Il 15 maggio si celebra la Giornata Internazionale delle Famiglie. Ricorrenza istituita nel 1994 dalle Nazioni Unite per portare al centro dell'attenzione il ruolo delle famiglie nell'educazione dei figli. Fin dall'infanzia. Per celebrare questa giornata, l'Onu organizza e promuove attività, workshop, conferenze, programmi televisivi e radiofonici, mettendo in evidenza come le famiglie si siano trasformate negli ultimi decenni a causa di fattori sociali, economici e demografici. Per l'edizione 2024 gli approfondimenti interesseranno anche i megatrend che attraversano le comunità e il divario generazionale che producono. Il caso specifico è quello della tecnologia che, soprattutto nella rete, produce sottoculture che rischiano di allontanare genitori e figli che utilizzano questi strumenti in modo diverso. Si parlerà anche di emergenza climatica, migrazioni e urbanizzazione. All'interno delle responsabilità e dei diritti che portano con sé.

Sono temi strategici se pensiamo che nel 2023 la popolazione mondiale ha raggiunto gli 8 miliardi di persone. E si stima che la crescita continuerà. Si prevede che la popolazione raggiungerà 9,8 miliardi nel 2050 e 11,2 miliardi nel 2100. Un trend che solleva preoccupazioni sulle prospettive di un'urbanizzazione sostenibile e sulla gestione del cambiamento climatico. Interessanti anche altri due dati per riflettere sul futuro della famiglia. L'aspettativa di vita globale alla nascita ha raggiunto i 72,8 anni nel 2019, con un miglioramento di circa nove anni rispetto al 1990. E nel 2030, quasi il 12% della popolazione mondiale avrà 65 anni o più. Entro il 2050, la longevità media globale sarà di circa 77,2 anni.

Parlare di famiglia significa anche raccontare gli amici a quattro zampe che ci fanno compagnia e che sono, a tutti gli effetti, membri del nostro nucleo famigliare. Nel 2022, Euromonitor ha diffuso una statistica che offre la dimensione di questa realtà. 

Nelle case degli italiani sarebbero presenti 64,95 milioni di animali da compagnia. Quasi 19 milioni sono cani e gatti. Dal 2015 al 2022 è infatti raddoppiato il numero di italiani che ha scelto di vivere con un animale. Dopo il cane, il gatto è il preferito: lo sceglie il 35.4% della popolazione (Rapporto Eurispes 2022). I benefici del contatto quotidiano con un animale sono davvero tanti:


• Migliora le difese immunitarie

• Rafforza i legami familiari

• Rafforza il senso di responsabilità

• Consolida la fiducia in noi stessi

• Aiuta i bambini a controllare le emozioni

• Stimola lo sviluppo dei più piccoli


Carla De Meo




Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Animali da compagnia: come riconoscere i bocconi avvelenati
Veterinaria
06 aprile 2024
Notizie e aggiornamenti
Animali da compagnia: come riconoscere i bocconi avvelenati
Che cosa pensa il mio gatto
Veterinaria
03 marzo 2024
Libri e pubblicazioni
Che cosa pensa il mio gatto
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa