Scelta di un farmaco: solo il “paziente informato” può farla serenamente

22 ottobre 2015
Focus, Video

Scelta di un farmaco: solo il “paziente informato” può farla serenamente


«In Italia c'è scarsa fiducia nei confronti dell'equivalente: la causa risiede nella limitata conoscenza delle procedure che garantiscono la scelta del farmaco» dice Dominique Van Doorne, esponente di un progetto europeo che mira a rendere il cittadino informato anche sul questo tema.

E prosegue: «Un "paziente informato" ha più fiducia e meno paura nei confronti di un farmaco, originatore o generico che sia. E questo si traduce in una maggior propensione nel seguire una cura e nel farlo più serenamente, a vantaggio di un benessere generale».

Guarda la videointervista per approfondire il tema dei controlli sui farmaci



Per ulteriori approfondimenti sul farmaco equivalente clicca qui




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube