Rinite allergica

11 agosto 2020

Rinite allergica: cause, sintomi e cure


Indice


Definizione


Rinite allergica: definizione e generalità


La rinite allergica è un disturbo infiammatorio della mucosa nasale provocato da allergeni specifici.

Cause


Rinite allergica: cause principali


Gli allergeni che più frequentemente sono responsabili di rinite sono stagionali, come i pollini di graminacee, composite (artemisia, ambrosia, parietaria), alberi (betulla, olivo, cipresso, quercia), oppure ambientali come gli acari, le muffe, sostanze diverse d'uso professionale (lattice, segatura del legno, resine, cereali). L'esposizione all'allergene volatile determina un'eccessiva produzione di IgE, responsabile a cascata dello spettro sintomatologico.

Sintomi

Rinite allergica: sintomi più comuni


I principali sintomi di rinite allergica sono rinorrea anteriore e/o posteriore, starnuto, ostruzione e prurito nasale, per un'ora al giorno per almeno 2 giorni consecutivi. Alla rinite si associano spesso sinusite, congiuntivite, asma. In relazione al tipo di allergene a cui il soggetto è sensibile la rinite può avere un andamento stagionale o perenne.

Diagnosi

Rinite allergica: come efftuare la diagnosi


La diagnosi emerge dall'anamnesi del paziente e dal collegamento tra sintomi e la presenza di allergia a certe sostanze che, eventualmente, può essere meglio definita attraverso i test allergologici cutanei e sierologici.

Cure

Rinite allergica: cure e rimedi


Un primo e importante rimedio consiste nell'evitare l'esposizione agli allergeni responsabili. Il trattamento farmacologico è sintomatico, rivolto cioè ad alleviare i sintomi con la somministrazione di un farmaco antistaminico, orale e/o topico.
Nei casi più gravi si ricorre invece ai corticosteroidi nasali. Efficaci sono anche i farmaci antagonisti dei leucotrieni. Nei pazienti nei quali la terapia farmacologica non è sufficiente a controllare i sintomi, oppure provoca effetti collaterali fastidiosi, si prende in considerazione l'immunoterapia.

Fonte: Rugarli. Medicina Interna sistematica. Sesta edizione - 2010 Elsevier

Farmaci

Di seguito è riportato l'elenco dei principi attivi maggiormente utilizzati nella cura di questa patologia. E' sempre necessario consultare il proprio medico per la scelta di un farmaco, del principio attivo e della posologia più indicati per il paziente.




Patologie e sintomi:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube