Bupivacaina Fisiopharma

13 novembre 2019

Bupivacaina Fisiopharma




Bupivacaina Fisiopharma è un farmaco a base di Bupivacaina Cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Anestetici locali. E' commercializzato in Italia da Fisiopharma S.r.l..


Confezioni e formulazioni di Bupivacaina Fisiopharma (Bupivacaina Cloridrato) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Bupivacaina Fisiopharma per accedere alla scheda relativa e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Bupivacaina Fisiopharma (Bupivacaina Cloridrato) e perchè si usa


Bupivacaina si può utilizzare in ogni tipo di anestesia periferica:

  • Infiltrazione locale tronculare, loco regionale
  • Blocco simpatico
  • Blocco endovenoso retrogrado e blocco endoarterioso
  • Peridurale, sacrale
  • Spinale sottoaracnoidea.
Bupivacaina è quindi indicata in tutti gli interventi di chirurgia generale, ortopedia, oculistica, otorinolaringoiatria, stomatologia, ostetricia e ginecologia, dermatologia, sia impiegata da sola sia associata a narcosi.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Bupivacaina Fisiopharma (Bupivacaina Cloridrato)


Ipersensibilità al principio attivo, ad altri anestetici locali dello stesso gruppo (tipo ammidico) o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

L'impiego di bupivacaina è da evitare in pazienti per le quali sia accertato o presunto una stato di gravidanza. Sono stati riportati casi di arresto cardiaco a seguito dell'uso di bupivacaina per anestesia epidurale in partorienti; nella maggior parte dei casi, ciò è avvenuto in seguito all'uso della soluzione allo 0.75%; pertanto l'uso di bupivacaina allo 0.75% va evitato nella anestesia epidurale in ostetricia. Tale concentrazione va riservata a quelle procedure chirurgiche in cui siano necessarie un alto grado di rilassamento muscolare ed un effetto prolungato.

Il prodotto è controindicato inoltre nel blocco paracervicale e nell'anestesia intravenosa regionale (Bier Block).



Bupivacaina Fisiopharma (Bupivacaina Cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Il prodotto è controindicato in gravidanza accertata o presunta.



Quali sono gli effetti collaterali di Bupivacaina Fisiopharma (Bupivacaina Cloridrato)


Si possono avere reazioni tossiche e reazioni allergiche sia all'anestetico sia al vasocostrittore. Fra le prime, dovute ad un eccessivo incremento dei tassi plasmatici di bupivacaina causato da un errato dosaggio o da manovre improprie, vengono riferiti fenomeni di stimolazione nervosa centrale con eccitazione, tremori, disorientamento, vertigini, midriasi, aumento del metabolismo e della temperatura corporea, e per dosi molto elevate, trisma e convulsioni.

Nel caso venga interessato il midollo allungato, a causa della stimolazione dei centri cardiovascolare, respiratorio ed emetico, si possono manifestare fenomeni di sudorazione, aritmie, ipertensione, tachipnea, broncodilatazione, nausea e vomito.

A carico del sistema cardiovascolare si può assistere ad una riduzione della capacità di conduzione e di depressione della contrazione cardiaca. Si può instaurare anche uno stato ipotensivo secondario a vasodilatazione.

Le reazioni allergiche si verificano per lo più in soggetti ipersensibili, ma vengono riferiti molti casi con assenza di ipersensibilità individuale all'anamnesi. Le manifestazioni a carattere locale comprendono eruzioni cutanee di vario tipo, orticaria prurito; quelle a carattere generale broncospasmo, edema laringeo, collasso cardiocircolatorio, fino ad un quadro completo di reazione anafilattica.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a numeri di paragrafo non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico



Ultimi articoli