Cexidal

19 gennaio 2021

Cexidal


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Cexidal (ciprofloxacina + fluocinolone acetonide)


Cexidal è un farmaco a base di ciprofloxacina + fluocinolone acetonide, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi + antibatterici. E' commercializzato in Italia da Italchimici S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Cexidal disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Cexidal disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Cexidal e perchè si usa


Trattamento locale di otite esterna acuta diffusa di origine batterica, in assenza di perforazioni della membrana timpanica.

Tenere in considerazione le linee guida ufficiali sull'uso appropriato degli agenti antibatterici.

Indicazioni: come usare Cexidal, posologia, dosi e modo d'uso


Posologia

Applicare 4-6 gocce nel canale auricolare ogni 8 ore. La durata del trattamento dovrà essere di 7-8 giorni.

Popolazione pediatrica

CEXIDAL non deve essere usato nei bambini di età inferiore ai 7 anni.

Modo di somministrazione

Al momento della somministrazione, piegare la testa lateralmente e mantenerla in questa posizione per circa 30 secondi per aiutare il deflusso delle gocce nel canale esterno auricolare. Se il canale auricolare è particolarmente stretto, si può agevolare il deflusso verso il timpano premendo dapprima con un dito il fondo del canale e successivamente tirando il padiglione auricolare verso l'alto così da far uscire l'aria dal canale che verrà sostituita dal liquido.

Precauzioni che devono essere prese prima della manipolazione o della somministrazione del medicinale

Per un uso corretto del prodotto, il flacone va riscaldato un pochino tra le mani prima dell'uso. Ciò riduce la sensazione di freddo causata dalla applicazione del farmaco nell'orecchio.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Cexidal


CEXIDAL non deve essere utilizzato nei seguenti casi:

Ipersensibilità ai principi attivi ciprofloxacina e fluocinolone acetonide o altri chinolonici o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Infezioni virali del canale auricolare esterno, incluso varicella ed herpes simplex. A pazienti inferiori a sette anni di età.

Cexidal può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non sono stati eseguiti studi clinici in pazienti gravide, perciò il medicinale deve essere utilizzato in gravidanza solo nei casi di assoluta necessità, e solamente se il beneficio atteso giustifica il potenziale rischio per il feto.

Allattamento

Essendo molto limitate le informazioni disponibili sull'escrezione nel latte materno di CEXIDAL somministrato nell'orecchio, il prodotto deve essere somministrato durante l'allattamento solo se si ritiene che i benefici sovrastino i possibili rischi.

Quali sono gli effetti indesiderati di Cexidal


Per la classificazione delle frequenze degli effetti indesiderati è stata usata la seguente convenzione:

le reazioni avverse al farmaco sono di seguito elencate, in ordine di frequenza, usando la seguente convenzione: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1.000, <1/100), raro (≥1/10.000, < 1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Gli effetti indesiderati riportati nel corso dei lavori clinici con un'incidenza dello 0,3 percento sono:

Patologie del sistema nervoso: non comune: cefalea.

Patologie dell'orecchio e del labirinto: non comune: tinnito.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: non comune: prurito a livello locale.

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: non comune: iperestesia al momento dell'applicazione.

Patologie dell'occhio: non nota: visione offuscata (vedere anche il paragrafo 4.4)

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo http://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa