Decoderm

22 gennaio 2021

Decoderm


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Decoderm (miconazolo + fluprednidene)


Decoderm è un farmaco a base di miconazolo + fluprednidene, appartenente al gruppo terapeutico Corticosteroidi + antimicotici. E' commercializzato in Italia da Almirall S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Decoderm disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Decoderm disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Decoderm e perchè si usa


Dermatomicosi infiammatorie (causate da dermatofiti, lieviti e/o funghi). Eczemi super infettati da funghi

DECODERM è indicato solo nella fase iniziale del trattamento. Dopo la scomparsa dei sintomi infiammatori, è opportuno utilizzare il solo antimicotico.

Indicazioni: come usare Decoderm, posologia, dosi e modo d'uso


Un leggero strato di DECODERM viene applicato sulla parte interessata della pelle una o due volte al giorno.

La terapia con DECODERM non deve essere protratta per oltre 7 giorni.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Decoderm


Ipersensibilità ai principi attivi, ad altri derivati dell'imidazolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

DECODERM non deve essere usato in corso di affezioni cutanee specifiche (tubercolosi, sifilide), in corso di infezioni virali (herpes simplex, herpes zoster, varicella), in presenza di reazioni alle vaccinazioni, per il trattamento di dermatiti periorali, della rosacea, dell'acne, ed in infezioni cutanee suppurative.

DECODERM non è per uso oftalmico, non deve essere applicato su cute assottigliata, su ferite e su ulcere.

Non applicare DECODERM per periodi di tempo prolungati, su zone cutanee estese (oltre il 10% della superficie corporea) e/o sotto bende occlusive (cerotti ecc.), specialmente nei bambini.

L'uso di Decoderm è inoltre controindicato in neonati e infanti.

Decoderm può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Non sono disponibili dati relativi all'uso di Decoderm nelle donne in gravidanza e in allattamento. Pertanto il medicinale non è raccomandato nelle donne in gravidanza o in allattamento (vedere paragrafo 5.3).

Quali sono gli effetti indesiderati di Decoderm


Le seguenti categorie sono utilizzate per definire le frequenze degli effetti indesiderati:

Molto comune ((≥ 1/10)

Comune (≥ 1/100, < 1/10)

Non comune (≥ 1/1,000, < 1/100)

Raro (≥ 1/10,000, 1/1,000)

Molto raro (< 1/10,000)

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Non nota: reazioni allergiche, irritazione , esantema della cute, iperpigmentazione , atrofia della cute, telangiectasia, strie da distensione, acne indotta da steroidi, dermatite periorale, ipertricosi, depigmentazione.

Patologie endocrine:

Non nota: soppressione dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene (si può manifestare con l'uso di bendaggi occlusivi o quando vengono trattate estese aree corporee con alte dosi e per periodi prolungati; i bambini sono più suscettibili a tali effetti).

Patologie dell'occhio:

Non nota: visione offuscata (vedere anche il paragrafo 4.4).

Segnalazione degli effetti indesiderati

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa