Forxiga

23 giugno 2021

Forxiga


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Forxiga (dapagliflozin propanediolo monoidrato)


Forxiga è un farmaco a base di dapagliflozin propanediolo monoidrato, appartenente al gruppo terapeutico Ipoglicemizzanti orali. E' commercializzato in Italia da Bristol-Myers Squibb - AstraZeneca EEIG

Confezioni e formulazioni di Forxiga disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Forxiga disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Forxiga e perchè si usa


Diabete mellito di Tipo 2

Forxiga è indicato in pazienti adulti non adeguatamente controllati per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 in aggiunta alla dieta e all'esercizio
  • in monoterapia quando l'uso di metformina è ritenuto inappropriato a causa di intolleranza.
  • in aggiunta ad altri medicinali per il trattamento del diabete di tipo 2.
Per i risultati degli studi clinici rispetto alle associazioni con altri medicinali, agli effetti sul controllo glicemico e agli eventi cardiovascolari, e alle popolazioni studiate vedere paragrafi 4.4, 4.5 e 5.1.

Diabete mellito di Tipo 1

Forxiga è indicato negli adulti nel trattamento del diabete mellito di tipo 1 non sufficientemente controllato in aggiunta all'insulina in pazienti con BMI ≥ 27 kg/m2, quando l'insulina da sola non fornisce un adeguato controllo glicemico nonostante ottimizzazione della terapia insulinica

Insufficienza cardiaca

Forxiga è indicato negli adulti per il trattamento dell'insufficienza cardiaca cronica sintomatica con frazione di eiezione ridotta.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Forxiga


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Forxiga può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

Non esistono dati relativi all'uso di dapagliflozin in donne in gravidanza. Studi su ratti hanno mostrato tossicità durante la fase di sviluppo dei reni che corrisponde al secondo e al terzo trimestre di gravidanza nell'essere umano (vedere paragrafo 5.3). Di conseguenza, l'uso di dapagliflozin non è raccomandato durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza.

Quando la gravidanza è accertata, il trattamento con dapagliflozin deve essere interrotto.

Allattamento

Non è noto se dapagliflozin e/o i suoi metaboliti siano escreti nel latte materno. I dati farmacodinamici/tossicologici disponibili in animali hanno mostrato l'escrezione di dapagliflozin/metaboliti nel latte, nonché effetti farmacologicamente mediati nella progenie allattata (vedere paragrafo 5.3). Il rischio per i neonati/lattanti non può essere escluso. Dapagliflozin non deve essere usato durante l'allattamento.

Fertilità

L'effetto di dapagliflozin sulla fertilità non è stato studiato nell'uomo. In ratti maschi e femmine, dapagliflozin non ha mostrato effetti sulla fertilità a qualsiasi dose testata.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Diabete e sport: alla Milano-Sanremo il Team Novo Nordisk
Diabete tiroide e ghiandole
15 marzo 2021
Notizie e aggiornamenti
Diabete e sport: alla Milano-Sanremo il Team Novo Nordisk
Tiroide: sintomi, diagnosi e cura. L'esperto risponde
Diabete tiroide e ghiandole
26 ottobre 2020
Notizie e aggiornamenti
Tiroide: sintomi, diagnosi e cura. L'esperto risponde