Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2018

Farmaci - Foglietto illustrativo Anatetall

Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

GlaxoSmithKline Vaccines S.r.l.

MARCHIO

Anatetall

CONFEZIONE

sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

ALTRE CONFEZIONI DI ANATETALL DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
vaccino tetanico adsorbito

FORMA FARMACEUTICA
sospensione

GRUPPO TERAPEUTICO
Vaccini batterici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
60 mesi

PREZZO
5,68 €



FOGLIETTO ILLUSTRATIVO


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Anatetall


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

immunoprofilassi attiva primaria contro il tetano nei bambini e negli adulti. È indicata in tutti i soggetti che abbiano riportato ferite puntorie, ferite lacere o morsicature di animali, contaminate con terriccio, polvere o feci animali e/o umane. La profilassi immunitaria antitetanica è indicata anche in caso di ustioni e per qualsiasi lesione accompagnata da segni di mortificazione e necrosi dei tessuti



POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

il vaccino deve essere somministrato per via intramuscolare.
Vaccinazione dei nuovi nati e dei bambini di età inferiore a 7 anni: per i bambini di età inferiore a sette anni, è consigliato l'impiego di vaccini contenenti in combinazione, oltre che l'anatossina tetanica e quella difterica (DT), anche la componente pertossica (DTP) o altri antigeni. La vaccinazione deve essere somministrata nel corso del primo anno di vita in 3 dosi, di cui la prima nel terzo mese di vita (a partire dal compimento dell'ottava settimana), la seconda nel quinto mese di vita, e comunque non prima che siano trascorse sei settimane dalla prima, la terza in un periodo compreso tra l'undicesimo e il dodicesimo mese di vita. La prima dose di richiamo di DT deve essere considerata parte integrante della vaccinazione primaria e deve essere somministrata a distanza di 4-5 anni dall'ultima dose. Le successive dosi di richiamo vanno somministrate ad intervalli di dieci anni.
Vaccinazione di adulti e di bambini di età superiore a 7 anni: la schedula vaccinale raccomandata sia per i bambini di età superiore a 7 anni che per gli adulti prevede un ciclo di base di tre somministrazioni di Anatetall, ai tempi 0, 1 mese, 6-12 mesi e successive dosi di richiamo ogni 10 anni. Il prolungamento degli intervalli raccomandati tra le varie somministrazioni del ciclo di base non pregiudica, entro certi limiti, l'efficienza della risposta anticorpale. Non è pertanto necessario ricominciare il ciclo primario qualora non siano trascorsi più di 12 mesi tra la prima e la seconda dose, e più di cinque anni tra la seconda e la terza. Per quanto riguarda le dosi di richiamo, queste potranno essere somministrate, senza necessità di cominciare un nuovo ciclo, anche ad intervalli superiori a dieci anni.
Trattamento dei traumatizzati: un'accurata toilette chirurgica ed un'adeguata copertura antibiotica si impongono, qualunque sia lo stato vaccinale del soggetto e, di conseguenza, l'immunoprofilassi attiva attenendosi alle seguenti norme: i soggetti che abbiano ricevuto un ciclo vaccinale primario completo e una o più dosi di richiamo non necessitano, a meno di un rischio di infezione particolarmente elevato, di ulteriori trattamenti profilattici se non sono trascorsi più di 5 anni dall'ultima dose. Per le persone che abbiano ricevuto l'ultima dose di richiamo da più di 5 anni, è raccomandata la somministrazione di una dose di Anatetall o vaccino difterico-tetanico; le immunoglobuline specifiche antitetaniche non sono necessarie. Per le persone incompletamente vaccinate, o che abbiano ricevuto l'ultima dose di vaccino da più di dieci anni, è raccomandata la contemporanea somministrazione, in siti di inoculo diversi e con siringa diversa, di immunoglobuline specifiche e di una dose di vaccino. Per le persone non vaccinate, o di cui non sia possibile definire lo stato vaccinale, il trattamento specifico prevede la contemporanea somministrazione, con le modalità sopra descritte, di immunoglobuline e della prima dose di vaccino.
Non somministrare per via endovenosa



CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

malattie febbrili o altre infezioni acute: la vaccinazione deve essere, di norma, differita in caso di malattie febbrili in atto; affezioni minori, quali raffreddori ed altre infezioni delle vie aeree superiori, non costituiscono controindicazioni, anche temporanee, alla vaccinazione; ugualmente non è necessario rimandare la vaccinazione in caso di trattamenti con cortisonici per uso locale o per uso sistemico a basso dosaggio, e in caso di affezioni cutanee quali dermatosi, eczemi, infezioni cutanee localizzate.
Stati immunitari alterati: persone con alterazioni dell'immunocompetenza per effetto di trattamenti immunodepressori possono rispondere in maniera non ottimale; pertanto è opportuno, a meno di diverse indicazioni d'urgenza, differire la vaccinazione finché non sia trascorso almeno un mese dall'interruzione del trattamento; in caso di rischio immediato, è opportuno somministrare, oltre al vaccino, anche le immunoglobuline antitetaniche. La condizione di sieropositività per HIV non costituisce di per se stessa una controindicazione alla vaccinazione.
Allergie: manifestazioni di ipersensibilità immediata, o reazioni di tipo neurologico in seguito alla somministrazione di vaccino, rappresentano controindicazione assoluta a successive dosi dello stesso vaccino; non costituisce invece controindicazione il dato anamnestico di precedenti effetti indesiderati in sede locale.
Ipersensibilità accertata verso uno dei componenti della formulazione



INTERAZIONI


Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml

la vaccinazione antitetanica è compatibile con la esecuzione di altre pratiche immunitarie. Anatetall® può essere somministrato contemporaneamente alle immunoglobuline umane antitetaniche, purchè siano usate siringhe e sedi di inoculo differenti. Nei soggetti sottoposti a trattamento con corticosteroidi ad alte dosi o immunodepressori la risposta immunitaria al vaccino può essere diminuita



ECCIPIENTI


Anatetall sospensione iniettabile 1 fiala da 0,5 ml contiene i seguenti eccipienti:

idrossido di alluminio 1,5 mg (adiuvante), sodio cloruro, acqua p.p.i. q.b. a 0,5 ml. Residuo del processo produttivo: formaldeide in quantità non superiore a 0,001 mg





Ultimi articoli