Ringer Lattato ev soluzione perfusionale 10 flaconi 1000 ml

17 febbraio 2020

Prodotti veterinari - Scheda Ringer Lattato

Ringer Lattato ev soluzione perfusionale 10 flaconi 1000 ml




TITOLARE:

B. Braun Vet Care GmbH

CONCESSIONARIO:

B. Braun Milano S.p.A.

MARCHIO

Ringer Lattato

CONFEZIONE

ev soluzione perfusionale 10 flaconi 1000 ml

FORMA FARMACEUTICA
fiala iniettabile

ALTRE CONFEZIONI DI RINGER LATTATO DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
acido lattico + sodio idrossido + sodio cloruro + potassio cloruro + calcio cloruro

GRUPPO TERAPEUTICO
Soluzioni endovena elettrolitiche

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
24 mesi

PREZZO
DISCR.

INDICAZIONI

A cosa serve Ringer Lattato ev soluzione perfusionale 10 flaconi 1000 ml

indicazioni per tutte le specie animali di destinazione: Disidratazione isotonica.
Acidosi metabolica.
Disidratazione ipotonica.
Mantenimento dei livelli normali di liquidi extracellulari.
Sostituzione degli elettroliti in caso di ustioni.

MODO D'USO

Come si usa Ringer Lattato ev soluzione perfusionale 10 flaconi 1000 ml

uso endovenoso. Il volume e la velocità di infusione dipendono dalla condizione clinica, da carenze preesistenti dell'animale, dalle necessità di mantenimento e dalle perdite in atto. Generalmente si cerca inizialmente di correggere l'ipovolemia del 50% (idealmente in 6 ore, ma più rapidamente se necessario) e si valuta in seguito mediante esame clinico. Le carenze vengono generalmente trattate con concentrazioni comprese tra 50 ml/kg (lieve) e 150 ml/kg (grave). In assenza di shock è raccomandata una velocità di infusione di 15 ml/kg pc/ora (intervallo 5-25 ml/kg/pc/ora). In caso di shock sono necessarie velocità di infusione iniziale maggiori, fino a 90 ml/kg/pc/ora. Non si devono mantenere elevate velocità di infusione per oltre 1 ora a meno che non sia ripristinata la produzione di urina. La velocità massima di infusione deve essere ridotta in presenza di malattie cardiache, renali e polmonari.Non utilizzare se l'imballaggio o la chiusura sono danneggiati. Esclusivamente monouso. Non somministrare soluzioni contenenti particelle solide visibili.



Data ultimo aggiornamento scheda: 16/09/2016

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico






Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube