ACROMEGALIA

20 novembre 2018
Lettera A

ACROMEGALIA



Definizione di ACROMEGALIA


Affezione caratterizzata da ipertrofia delle estremità superiori, inferiori e cefalica, dovuta ad una eccessiva produzione di ormone della crescita (GH) in rapporto quasi sempre ad un adenoma eosinofilo benigno dell'ipofisi; in rari casi è dovuto a tumori di strutture vicine (glioma del chiasma, meningioma dello sfenoide) ed eccezionalmente ad adenomi siti nel pancreas o nelle paratiroidi. L'eccesso dell'ormone della crescita prima della saldatura delle cartilagini alla pubertà provoca il gigantismo ipofisario ; se esso compare in età adulta, provoca l'acromegalia propriamente detta. Sin. malattia di P. Marie.


Vedi anche:


Ultimi articoli
L'esperto risponde