APOPLESSIA UTERO-PLACENTARE

11 agosto 2020
Lettera A

APOPLESSIA UTERO-PLACENTARE


Definizione di APOPLESSIA UTERO-PLACENTARE


Incidente acuto, parossistico, che colpisce più spesso le multipare nel corso dell'ultimo trimestre di gravidanza, dovuto ad uno scollamento prematuro della placenta normalmente inserta, con formazione di un ematoma tra la placenta e la parete uterina. Il distacco può essere di origine traumatica (brevità del cordone ombelicale, caduta o traumatismo sull'addome) o spontaneo, conseguenza di una malattia generale (in particolare tossiemia gravidica, soprattutto nella forma ipertensiva). Il decorso è sempre molto grave con frequente espulsione di un feto morto e gravi complicazioni a carico della madre (emorragia da coagulazione intravascolare disseminata, necrosi corticale renale, shock). Sin.: ematoma retro-placentare, sindrome di Couvelaire.




Dizionario medico:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube