Esame urine per cocaina

02 ottobre 2006

Esame urine per cocaina




16 settembre 2006

Esame urine per cocaina

Avendo dei sospetti che il mio ragazzo abbia fatto uso di cocaina l'ho convinto a eseguire un esame delle urine. Al laboratorio mi avevano detto che avrebbero fatto, sul campione di urine, due test, uno qualitativo e uno quantitativo. Che differenza c'è? Al momento di ritirare i referti però mi han detto che han potuto eseguire il solo test qualitativo che è risultato negativo. Se il mio ragazzo ha fatto uso di cocaina, l'ultima volta può esser stata al massimo venerdì scorso (poi l'ho sempre tenuto d'occhio) e l'esame delle urine l'ha effettuato il martedì successivo(quindi 4 giorni dopo). Il risultato negativo del solo test qualitativo mi può lasciare tranquilla? Grazie

Risposta del 02 ottobre 2006

Risposta a cura di:
Dott. GIANFRANCO MANSI


Dopo assunzione di sostanze stupefacenti la presenza di mataboliti riscontrabili nelle urine è legata a differenti fattori tra i quali età; peso corporeo; attività enzimatica epatica (eliminatori lenti/rapidi) etc. , per cui un solo esame delle urine anche se quali/auantitativo dice tutto e nulla. Le consiglio di rivolgersi ad un Ser. T. (Servizio per le Tossicodipendenze) che potrebbe proporre al suo ragazzo gratuitamente un programma di osservazione (almeno 1 mese) con controlli tossicologici sulle urine 2 volte/settimana. In questo caso la negatività di 8-10 analisi la lascerebbe relativamente tranquilla escludendo una dipendenza e la sciando solo un dubbio di "uso saltuario" della sostanza.

Dott. gianfranco mansi
Specialista in Farmacologia
Specialista in Psicologia
ANDRIA (BA)

Ultime risposte di Allergie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube