Intolleranza al cloro

15 settembre 2008

Intolleranza al cloro




05 settembre 2008

Intolleranza al cloro

Salve, dottore sono un ragazzo di 37 anni, dopo aver praticato nuoto in piscina, vengo colpito da una tosse stizzosa che dura per tutta la notte e con il passare dei giorni si trasforma in una fastidiosa faringite. Mi hanno detto di aver una particolare sensibilità al cloro usato per la disinfezione dell'acqua. il medico di famiglia mi ha vietato di andare in piscina, però siccome il nuoto mi fa star bene per problemi alla schiena non vorrei rinunciare. Ho sentito parlare di rimedi omeopatici a base di ribes nigrum e/o orthohistanimun 9ch granuli da assumere prima di entrare in acqua. Vorrei sapere se li posso usare o se esiste qualche altra soluzione. Ho chiesto in farmacia (sono restii all'utilizzo dell'omeopatia), mi hanno detto che si tratta di terapie lunghe che alla fine non servono a niente. Ora gentilmente mi potrebbe dare un consiglio in merito. Cordiali saluti - Rossano P. LECCE

Risposta del 15 settembre 2008

Risposta a cura di:
Dott. GIAMPAOLO ADDA


entile signore, se la risposta della farmacia è stata quella, le consiglio di cambiare farmacia: o lo cura dura molto o non serve a nulla indipendentemente dalla durata. . . . . ovviamente il suo farmacista necessita di aggiornamenti. La terapia che sta assumendo (da chi è stata prescritta?) può andare bene ma è solo sintomatica. Per risolvere i problemi allergici, dovrebbe rivolgersi ad un omotossicologo esperto che sarà in grado di farle dimenticare questo problema. Dovrebbe anche domandare in piscina che cosa usano per pulire la vasca e se metotno solo del cloro nell'acqua. Cordialità DR Giampaolo Adda MIlano

Dott. Giampaolo Adda
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
Specialista in Medicina dello sport
MILANO (MI)

Ultime risposte di Allergie




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube