Onicomicosi

29 gennaio 2006

Onicomicosi




26 gennaio 2006

Onicomicosi

Ho 40 anni e 15 anni fa, in seguito ad una pedicure, le unghie degli alluci hanno iniziato ad alzarsi contemporaneamene. Il medico curante disse che era causato dall-alluce valgo che io operai ad un piede qualche anno dopo ma senza nessun miglioramento per l'unghia. In seguito consultai un dermatologo il quale mi curo' per un fungo e mi diede una cura farmacologica per via orale piuttosto lunga, ma senza risultato. Ho seguito anche delle cure topiche consigliate da un podologo (Onicopod), insomma sono anni che mi curo ma le unghie sono peggiorate e ora stanno intaccando anche il secondo dito in tutti e due i piedi. Attualmente sto usando l'olio di tea tree come antifungino. Ci sono delle possibilita' di guarigione? Sono preoccupata e temo di contagiare mio figlio e mio marito, e' possibile? Grazie

Risposta del 28 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


"sto usando l'olio di tea tree come antifungino", funziona benissimo, ma perchè per diverso tempo, funghi hanno intaccato le sue unghie, il sistema immunitario non è riuscito ad eliminarli, non riferisce altri sintomi generali, parla solo delle unghie e della sua paura di trasmettere l'infezione, per cui non è facile individuare il rimedio adatto. Si può consigliare soltanto una terapia disintossicante omotossicologica, una visita con l'elettroagopuntura secondo Voll, si riuscirebbe ad approfondire e trovare l'agente eziologico (nosode), gli organi che potrebbero essere interessati nel determinare la sintomatologia a distanza; in assenza di questi dati, le posso solo consigliare un farmaco, acidum muriaticum 0, 30LM, come similitudine per l'infezione fungina. Una alimentazione priva di lieviti, pane, e zucchero, ricca in fibre come l'inulina, cibi freschi, fermenti lattici, una buona disintossicazione omotossicologica con chinoni e ciclo di Krebs, per riattivare le fasi cellulari. Consiglio anche, in assenza di un test EAV, di eseguire i seguenti esami:
emocromo e formula, piastrine
Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
· ANTICORPI ANTI-ASPERGILLUS FUMIGATUS IgG
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Risposta del 29 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE PASTORE


Lo squilibrio microbiologico presente nel suo intestino è la causa delle sua Micosi.
Non tema prima di tutto di contagiare i suoi cari, che i infetteranno solamente se si trovano nel suo stesso stato di crisi del sistema immunitario.
Si rivolga ad un medico che le riequilibrerà la flora batterica insieme ad una terapia antifungina convenzionale o non è lo stesso.
Dovrà comunque fare una terapia piuttosto lunga ed integrata seguita da un medico.

Dott. Raffaele Pastore
Medicina generale convenz.
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
JESI (AN)

Ultime risposte di Allergie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube