Tiroidite di hashimoto

28 gennaio 2006

Tiroidite di hashimoto




10 gennaio 2006

Tiroidite di hashimoto

ho circa trenta anni e da pochi mei ho scoperto di avere la tiroidite di Hashimoto e piccoli noduli tiroidei. L'endocrinologo, mi ha prescritto Eutirox da 75 mg, che prendo oramai da 4 mesi e che sembra stia dando risultati positivi in termini di riduzione dell'attività tiroidea. Purtroppo io non sono soddisfatta della cura, poichè mi sembra che il problema di base e cioè un'eccessiva produzione di autoanticorpi, non venga proprio considerato. Chiarisco che questi autoanticorpi "sembrano" essere anche la causa della vitiligine che oramai ho da circa 15 anni, ma che per fortuna non ha raggiunto proporzioni preoccupanti. Visto che la medicina tradizionale sembra non avere soluzioni definitive, mi chiedo quella omeopatica con il suo approccio differente al problema, non possa invece aiutarmi in qualche modo. Grazie per l'attenzione. Claudia Filippi

Risposta del 17 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE PASTORE


Certamente si, anche perchè all'inizio si posono integrare;poi se il quadro di alterata reazione immunitaria si normalizzerà si potrà anche pensare di eliminare o di diminuire gradualmente anche l'eutirox.
Si rivolga ad un medico di medicina complementare.

Dott. Raffaele Pastore
Medicina generale convenz.
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
JESI (AN)

Risposta del 28 gennaio 2006

Risposta a cura di:
Dott. ALBERTO MOSCHINI


Cara Claudia, ha perfettamente ragione, si deve agire sulla produzione di anticorpi, idividuando l'agente eziologico e stimolare il sistema immunitario a portarlo via, evitando così le ricadute, la vitiligo è un poco più complicato, anche perchè la medicina convenzionale non fornisce studi approfonditi. Infatti io parto dallo studio delle cause che ci fornisce la medicina convenzionale per aiutare il ragionamento omeopatico, quindi due sono i ragionamenti che si devono fare, uno convenzionale ed uno omeopatico. Comunque la vitiligo va interpretata come una espressione del disagio del sistema immunitario e come tale trattata, ma siccome attualmente la patologia più importante è la Tiroidite, agirei su questa.
Cure per le tiroiditi in medicina biologica esistono e danno risultati buoni, a mio vviso certamente superiori ai risultati ottenuti con eutirox, la ghiandola si può stimolare, modulare o inibire; si può anche intervenire sull'intossicazione della matrice, migliorando la risposta biologica delle cellule. Ma cosa più importante è determinare chi ha provocato la Tiroidite autoimmune, per poterlo eliminare, se rimane sempre attivo può determinare le ricadute come nel suo caso. L'agente eziologico nella stragrande delle forme patologiche di Tiroidite autoimmune è il virus di Epstein-Barr, Mononucleosi infettiva, il cui simile di malattia è Silicea o Agaricus.
Pertanto la terapia è molto varia e multifattoriale, diverso dall'utilizzo costante dell'eutirox.
le consiglio questi esami anche per poter personalizzare la terapia:
Transaminasi, gammaGT,
emocromo e formula, piastrne, Tipizzazione linfocitaria e sottopopolazioni:
CD3, CD4, CD5, CD8, CD19, CD20, CD16/56, CD23, CD25,
anticorpi sierici anti tireoglobulina
anticorpi sierici anti microsoma tiroideo (TPO)
Tireoglobulina
anticorpi sierici anti recettore TSH (anti TRAK)
FT3, FT4, TSH
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-CHLAMYDIA TRACHOMATIS ]gG e lgA
ANTICORPI ANTI-CITOMEGALOVIRUS lgG e lgM
· ANTICORPI ANTI-EPSTEIN BARR (EBNA-IgG, EBNA-IGM, VCA-IGG, VCA-IGM, EA-IGG, EA-IGM)
· ANTICORPI ANTI-HELICOBACTER PYLORI lgG e lgA
Saluti

Dott. Alberto Moschini
Specialista in Medicina alternativa (omeopatia, agopuntura. . . )
MASSA (MS)

Ultime risposte di Allergie


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube