Cardepat

13 giugno 2021

Cardepat


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Cardepat


Cardepat è un integratore appartenente alla categoria "Integratori per il fegato e vie biliari". E' commercializzato in Italia dall'azienda Forza Vitale Italia S.r.l.

Confezioni e formulazioni di Cardepat disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Cardepat disponibili in commercio per accedere alla singola scheda e visualizzare il prezzo:

A cosa serve Cardepat e perchè si usa


Agisce favorevolmente sulla funzione fisiologica espletata dal fegato.

Indicazioni: come usare Cardepat, posologia, dosi e modo d'uso


Adulti: 25 gocce 3 volte al giorno in poca acqua, prima dei pasti. Fino ai 12 anni: 10 gocce 3 volte al giorno in poca acqua o succo di frutta, prima dei pasti. Dosaggio consigliato per soggetti normopeso.

Descrizione e caratteristiche di Cardepat


Cardo (Silybum marianum): principio attivo del Cardo, è dotata di sicura azione contrastante gli effetti epatolesivi di svariati agenti epatotossici. La silimarina è in grado di agire sulle lesioni lisosomali e mitocondriali da etanolo. La silimarina agisce quindi come "protettore di membrana". Nel trattamento fitoterapico dell'epatite può essere considerata un agente particolarmente valido che oltre ad assicurare una coleresi dolce e una stimolazione delle difese dell'organismo, favorisce la rigenerazione della cellula epatica. Nelle epatiti virali si ritiene che la silimarina agisca limitando l'aggancio dell'agente virale tramite la protezione delle membrane epatocitarie. Per le caratteristiche di amaro-tonico-coleretico se ne consiglia l'uso nelle forme di atonia gastrica. Carciofo (Cynara scolymus): agisce sul metabolismo lipidico diminuendo la produzione di colesterolo e di trigliceridi endogeni e aumentandone l'escrezione o la ridistribuzione nei depositi naturali. Grazie all'attività epatoprotettrice si verifica una diminuzione dell'azotemia tramite la stimolazione della trasformazione epatica di molecole di azoto imperfettamente elaborate dal fegato insufficiente. Tarassaco (Taraxacum officinale): azione stimolante delle funzioni epatiche. Agisce tramite l'aumento della contrazione della cistifellea (azione colagoga) e sull'aumento della secrezione biliare (azione coleretica); tutte le proprietà ne giustificano l'utilizzo come pianta depurativa e di drenaggio degli organi emuntori. Crisantemo A. (Chrysanthellum americanum): migliora l'attività degli enzimi digestivi del fegato, favorendo di conseguenza l'eliminazione di colesterolo e trigliceridi e inibendone la produzione a livello epatico. Crespino (Berberis vulgaris): la corteccia della pianta, contenente la berberina, è utilizzata come stomachico amaro e stimolante della funzionalità epatica. Boldo (Peumus boldus): la boldina esercita un'azione elettiva sulla secrezione biliare e, in particolare, sulla fluidificazione della bile in quanto sarebbe in grado di modificarne le caratteristiche chimicofisiche, diminuendone la densità, la viscosità e aumentandone il contenuto acquoso. Combreto (Combretum micranthum): favorisce la produzione di bile da parte del fegato e la digestione dei cibi. Menta (Mentha piperita): il suo effetto mercuriale, interamente votato a facilitare tutti gli scambi che interessano il sistema respiratorio si estende a quello digestivo dove si può apprezzare la qualità di contenere le flatulenze, i gonfiori e le irregolarità. Rosmarino (Rosmarinus officinalis): a livello fisico è utile per contenere le somatizzazioni nervose: esofagiti, gastriti, duodeniti, dolori al fegato e biliari, coliti. Gold-Vitale e Iron-Vitale: forza Vitale utilizza nei propri composti specifiche miscele ottenute da una lavorazione spagyrico-alchemica, di piante caratterizzate da una segnatura macrocosmica energetica, contenenti naturalmente tracce di oligoelementi colloidali, tale da amplificare l'effetto del prodotto sullo specifico organo o sistema interessato. Questi additivi alimentari naturalmente ottenuti, agiscono da supporto per la veicolazione dei principi biochimici.

Ingredienti


Cardo mariano (Silybum marianum) semi, Carciofo (Cynara scolymus) foglie, Tarassaco (Taraxacum officinale) radice, Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma, Crisantemo americano (Chrysanthellum americanum) fiori, Boldo (Peumus boldus) foglie, Combreto (Combretum micranthum) foglie, Menta (Mentha piperita) olio essenziale, Rosmarino (Rosmarinus officinalis) olio essenziale, Garofano (Eugenia caryophyllata) frutti, Echinacea (Echinacea angustifolia) radice, Ginseng (Panax ginseng) radice, Uncaria (Uncaria tomentosa) radice, Arancio (Citrus sinensis) olio essenziale, Cumino (Cuminum cyminum) olio essenziale, Crespino (Berberis vulgaris) corteccia, Ortica (Urtica dioica) foglie. Altri ingredienti: acqua, alcool, miele.

Avvertenze e conservazione


Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini, si raccomanda di sentire il parere del medico.


Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci e integratori:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Disturbi digestivi ed epatobiliari, proprietà del Boldo
Farmaci e cure
06 giugno 2021
Notizie e aggiornamenti
Disturbi digestivi ed epatobiliari, proprietà del Boldo
I Big Data a favore della salute
Farmaci e cure
24 maggio 2021
Notizie e aggiornamenti
I Big Data a favore della salute